Due annegati nel pescarese per colpa di un selfie

Sono stati recuperati i corpi di Silvia D’Ercole, infermiera, e Giuseppe Pirocchi, operaio alla Sevel di Atessa, entrambi di Scerni. I Carabinieri di Popoli stanno ora raccogliendo le testimonianze di quanti erano presenti per ricostruire quanto avvenuto. Il punto in cui è avvenuta la disgrazia era segnalata come ‘pericolosa’ dalle guide e dalle segnali presenti nella zona. Forte è stato il richiamo per un angolo paesaggistico tra i più belli della rapide di Santa Lucia. Le salme sono state trasferite nell’ospedale di Chieti per una ricognizione cadaverica disposta dalla magistratura. Il sindaco di Scerni, Alfonso Ottaviano, ha proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali.

ore 21:28: le vittime, Silvia D’Ercole e Giuseppe Pirocchi, di Scerni, sono marito e moglie e la disgrazia è avvenuta alla presenza dei loro due figli di 8 e 5 anni. In base alle testimonianze raccolte dai soccorritori giunti sul posto, la coppia sarebbe scivolata in acqua mentre scattavano una foto con il telefonino. Probabilmente sono scivolati da una roccia bagnata. A cadere per prima nel fiume la donna. Il marito si è tuffato per soccorrerla. I due sono stati trascinati velocemente lontano e non sono riusciti a guadagnare la riva. Sul posto ci sono Vigili del Fuoco, uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), i carabinieri forestali e due elicotteri.

ore 19:15: a cadere in acqua una coppia, scivolata nel fiume Orta, a Caramanico Terme, in località San Tommaso. La tragedia è avvenuta intorno alle 17. I due si sono avventurati nell’area protetta a poca distanza dalle rapide di Santa Lucia, uno degli angoli più suggestivi ma anche tra i più pericolosi. La forza del fiume in quella zona è sostenuta.

Segue aggiornamento

Due persone sono annegate in un fiume in provincia di Pescara. Le squadre di soccorso si stanno recando sul luogo della sciagura per recuperare le salme.

Altri particolari al momento non si conoscono.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *