Assalto con esplosivo ai bancomat: ladri in azione a Sant’Omero e Piazzano

Due colpi con esplosivo la notte scorsa in Abruzzo. Uno è stato messo a segno allo sportello bancomat della filiale della Banca Popolare di Bari, ex Tercas, di Garrufo di Sant’Omero. È il tredicesimo colpo compiuto in provincia di Teramo con le stesse modalità dallo scorso 20 ottobre, il decimo a filiali della stessa banca. Secondo una modalità ben collaudata, verso le 2:30, i malviventi hanno fatto saltare, con una miccia a distanza, lo sportello bancomat, distruggendo buona parte della filiale e portando via in pochi secondi una somma ancora non quantificata con certezza ma che si stima non inferiore ai 30 mila euro. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Alba adriatica.

L’altro è stato compiuto nella filiale della Carichieti di Piazzano di Atessa. Anche qui esplosione, che ha svegliato gli abitanti, e ladri che hanno portato via pochi euro. La maggior parte delle banconote sono rimaste nella macchina distributrice. I ladri si sono poi allontanati a bordo di un’Alfa 156 di color grigio.

Ieri, la Polizia di Pescara ha eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia nei confronti di un’albanese di 43 anni, Edmond Metushi, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; fatti commessi in Pescara e Montesilvano dal 1998 al 2000. Deve espiare la pena di anni 4 e giorni 18 di reclusione. Dopo le formalità di rito, il predetto veniva accompagnato presso la locale casa Circondariale da personale della Squadra Mobile che ha eseguito l’arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *