Riqualificazione del Torrente Feltrino, al via gli incontri tematici

Cinque incontri tematici per rigenerare il Torrente Feltrino. Le riunioni, che prenderanno il via domani s’inquadrano nella seconda fase del Contratto di Fiume Feltrino, che il Comune di Lanciano in qualità di comune capofila ha di recente affidato al Centro di Documentazione Conflitti Ambientali (CDCA).

Il primo appuntamento è per domani martedì 16 maggio alle ore 21 a Castel Frentano, su Rischio idrogeologico e Riforestazione, Incontro su Depurazione e abbandono di rifiuti. Seguiranno riunioni su altri aspetti quali “Risorse e pregio naturalistico del Bacino del Feltrino”, su “Agricoltura e Mobilità/Viabilità”, “Incontro su Stato ambientale, riflessi economici, potenziale turistico della Costa”, che si svolgeranno a Lanciano, Treglio, Frisa e San Vito Chietino, comuni firmatari del Protocollo d’intesa del Contratto di fiume Feltrino.

“L’essenza del Contratto di Fiume è rappresentata dall’urgenza del coinvolgimento del territorio e della cittadinanza nel processo decisionale che riguarda la recuperare sul lungo periodo del Torrente Feltrino.  La realizzazione di incontri tematici partecipativi, attraverso il coinvolgimento degli attori presenti nell’area geografica del Feltrino – dichiara Silvia Ferrante, presidente CDCA -, ha la finalità di attivare un processo di condivisione di informazioni, percezioni, esigenze, visioni e conoscenze per farle diventare “patrimonio comune”.

In questa visione, gli incontri tematici si pongono l’obiettivo di una partecipazione diffusa, che sappia da una parte stimolare e consolidare la cooperazione inter-istituzionale e dall’altra coinvolgere il mondo dei privati, anche mettendo in relazione e a confronto il “sapere esperto” con l’esperienza dei soggetti che vivono quotidianamente il territorio”.

“Crediamo molto in questa operazione di valorizzazione e tutela del fiume Feltrino, grazie al lavoro del Settore Ambiente siamo riusciti ad affidare i lavori della fase due affinché i Sindaci e le Amministrazioni incontrino i portatori di interesse e i cittadini dopo la prima fase di raccolta dati e informazione: l’obiettivo è il recupero del Feltrino -, dichiara l’Assessore all’Ambiente di Lanciano Davide Caporale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *