Teramo, trovati con 1,300 kg di hashish: 2 arresti

Circa kg 1,300 di hashish recuperati e due arresti operati dai carabinieri di Teramo. I fermi sono avvenuti ieri quando il Nucleo Investigativo dell’Arma, nel corso di servizio finalizzato alla repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, ha tratto in arresto B. H. N. classe 1986 e E. M. Y. classe 1987, entrambi marocchini ma domiciliati a Teramo.

Il comportamento dei due, che si alternavano nel raggiungere il lungofiume Vezzola – parco fluviale di Teramo. I due erano fermi in un’autolavaggio e insospettiti dalla presenza dei carabinieri hanno tentato di disfarsi di una “panetta” di hashish (risultata poi pesare 100 grammi circa) che è stata immediatamente recuperata.

L’approfondito controllo  nella boscaglia, dove poco prima i due magrebini erano stati notati aggirarsi, ha consentito di recuperare ulteriori 12 panetti della medesima sostanza stupefacente che erano stati  nascosti tra la vegetazione.

A supporto dell’attività di ricerca svolta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo è giunta l’unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova nonché personale del comune di Teramo subito resosi disponibile per lo sfoltimento della folta vegetazione. I due extracomunitari sono stati associati presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La droga recuperata avrebbe fruttato sul mercato oltre 4mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *