Il Vescovo Seccia smentisce: “Nessun trasferimento dalla Diocesi di Teramo-Atri”

Il Vescovo della Diocesi di Teramo-Atri, appena rientrato dai lavori dell’Assemblea della Conferenza Episcopale Italiana, ha diramato una nota nella quale afferma che “con riferimento alle ricorrenti voci di stampa, riguardanti il trasferimento della mia persona ad altra sede episcopale, preciso che al momento non esistono disposizioni in tal senso. Il Vescovo è quotidianamente impegnato nell’attività pastorale e nella cura della Diocesi, nonché nella ricerca di soluzioni per riattivare le numerose chiese terremotate, al fine di restituirle alla loro funzione religiosa e sociale. Il rincorrersi delle voci di trasferimento va letto alla luce di un fenomeno per il quale, quando un vescovo lascia per raggiunti limiti di età (come nel caso dell’arcivescovo Domenico D’Ambrosio, vescovo di Lecce) è normale che si facciano ipotesi e supposizioni sul futuro successore con nomi possibili o auspicabili. In questo caso, data la mia origine pugliese, è stato accostato il mio nome al futuro successore di Mons. D’Ambrosio. Sarà comunque mio compito, darne comunicazione alla Diocesi e agli organi di informazione, qualora si verificassero notizie certe e fondate a riguardo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *