Vasto, droga nascosta in muro: arrestata donna di etnia roma

Gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Vasto, nella notte tra sabato e domenica scorsa, hanno tratto in arresto Giovina Spinelli, di etnia rom, residente a Vasto, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il fermo è stato eseguito in seguito a accertamenti e controlli finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nella città di Vasto. La Squadra Anticrimine, da tempo, seguivano i movimenti della donna la quale, prima di entrare nella propria abitazione, era solita recarsi nei pressi del suo giardino per poi rincasare. Sabato scorso, pertanto, i poliziotti di via Bachelet decidevano di appostarsi nei pressi del giardino della Spinelli, correndo anche il rischio di essere scoperti. Nonostante ciò, dopo un servizio di appostamento protrattosi per tutta la giornata di sabato 27 maggio u.s., la donna veniva notata uscire e prelevare alcuni involucri in tre diverse feritoie del muro di cinta della propria abitazione.

Una volta rincasata la Spinelli, con precedenti specifici e per reati contro il patrimonio, avvicinatasi al muro, parcheggiava la propria autovettura in modo tale da coprire il più possibile la visuale a passanti e curiosi.

Gli agenti dell’Anticrimine, dopo un lungo servizio di appostamento protrattosi fino a notte fonda, decidevano di intervenire ed all’interno delle feritoie del muro e rinvenivano 82 grammi di eroina, 70 grammi di cocaina e un bilancino di precisione perfettamente funzionante.

La perquisizione veniva, quindi, estesa all’abitazione della donna, ove venivano rinvenuti circa 1000 euro in contanti all’interno di un contenitore di alluminio ben celato tra gli indumenti dell’armadio, provento dell’attività illecita gestita dalla rom. Stupefacente, denaro e bilancino di precisione opportunamente sequestrato

La Spinelli, 34 anni, veniva tratta in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed, al termine delle formalità di rito, associata presso la Casa Circondariale di Chieti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *