Omicidio Pasqualoni, è ancora caccia al killer

I carabinieri del Comando Provinciale di Teramo hanno trovato la Pegeout 205 di colore bianco con la quale l’assassino di Ester Pasqualoni, 53 anni, si è allontanato dal parcheggio interno dell’ospedale di Sant’Omero dopo aver colpito a morte l’oncologa. L’utilitaria è stata rintracciata a Martinsicuro. Gli inquirenti stanno ora esaminando l’interno dell’auto e da quel che si apprende si sarebbero soffermati su alcune tracce di sangue scoperte sulla tappezzeria. Tracce che dovranno essere esaminate in laboratorio per verificare se appartengono alla dottoressa. La pista dello stalker si conferma valida. Nulla è trapelato sull’identità dell’uomo già conosciuto alle forze dell’ordine. Il suo nome figurava sulle due denunce presentate al commissariato di Atri dalla oncologa, sulla quale l’uomo esercitava da alcuni anni una vera e propria persecuzione: sms, filmati, inseguimenti. Lo ha ricordato anche la legale e amica della Pasqualoni, Caterina Longo, come riportato ieri.

La caccia dunque continua. Nella serata di ieri si era sparsa la notizia di un fermo, non confermata nella notte dagli inquirenti. C’è da capire ora se l’uomo, dopo aver abbandonato la Pegeout è ancora nel teramano o se si allontanato ulteriormente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *