Lanciano, i carabinieri operano tre arresti

Tre ordini di carcerazione sono stati eseguiti alle prime luci dell’alba dai Carabinieri della Compagnia di Lanciano. L’operazione si è conclusa poco fa. I provvedimenti sono stati emessi dalla Procura frentana.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal giudice per le indagini preliminari Massimo Canosa su richiesta del pm Mirvana Di Serio e hanno raggiunto F.D.R. di 36 anni, P.D.R. di 38 anni e M.C. di 26 anni, di Lanciano, di etnia rom, tutti coinvolti nella rissa scoppiata nella notte del 25 giugno scorso all’esterno di un locale della cittadina alle porte di Lanciano nella quale rimasero ferite tre persone. Tra le motivazioni sostenute dal pm Di Serio nella sua richiesta di limitazione della libertà per i tre fermati oggi, il pericolo di reiterazione del reato, la negativa personalità dei 3 aggressori e l’estrema gravità dei fatti: i reati contestai infatti sono lesioni personali gravi in concorso e con l’aggravante della premeditazione e dell’uso di armi. Quella notte furono usati un machete e una forca, poi sequestrati dagli inquirenti.

Gli aggressori vennero identificati e arrestati, ma una volta fuori, dopo poche ore si sono ripresentati a Castel Frentano, hanno individuato un giovane del posto che probabilmente aveva reagito la sera prima all’aggressione e lo hanno malmenato. Fondamentali sono state le immagini di una telecamera di video sorveglianza posizionata all’esterno di un bar grazie alle quali è stato possibile ricostruire le fasi della violenta azione. Il giovane è stato colpito con una mazza da baseball alla nuca, colpo sferrato alle sue spalle, e una volta a terra è stato di nuovo colpito. Il giovane è riuscito poi a fuggire ed è stato soccorso e trasportato in ospedale dove gli è stata diagnostica la frattura dell’osso parietale. Ne avrà per 25 giorni.

I tre fermati questa mattina sono ora agli arresti domiciliari. Le indagini continuano. Si cerca di capire le ragioni per le quali è stata usata tanta violenza a Castel Frentano e se dietro rissa e aggressione, prove di forza e volontà di controllo con la paura, si nasconda qualcosa di diverso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *