Minaccia e terrorizza titolare di stabilimento balneare, arrestato

La Squadra Volante di Pescara ha arrestato uno stalker che aveva preso di mira i gestori dello stabilimento balneare La Capannina. L’uomo li aveva ripetutamente minacciati anche con bottiglie molotov, servendosi di un cane di razza pitbull, nonché danneggiato il locale travisato brandendo un bastone. Ieri pomeriggio gli agenti sono intervenuti per l’ennesima volta alla Capannina, con i gestori ed i dipendenti del locale nuovamente terrorizzati per l’arrivo di Giandomenico Iania, pregiudicato di 37 anni, di Pescara, giunto lì con uno scooter e accompagnato da altro soggetto pregiudicato. I due uomini sono stati fermati dai poliziotti e trovati in possesso di due coltelli multiuso ed un coltello a serramanico, sequestrati dagli agenti. La presenza di Iania in prossimità dello stabilimento aveva terrorizzato gestori ed avventori in quanto nella mattinata aveva fatto irruzione nello stabilimento, armato di un bastone di legno e parzialmente travisato con un casco ed una bandana e aveva danneggiato vetrine, registratore di cassa e arredi, inveendo contro titolati e personale, causando un fuggi fuggi generale a causa del quale una dipendente del locale nel tentativo di portare in salvo i bambini dalla furia dell’aggressore era rimasta ferita ad un braccio.

L’altro ieri sera, Iania era stato fermato dalla Squadra Volante dopo le gravi minacce che aveva rivolto presso lo stabilimento al gestore. In quella circostanza il malfattore impugnava una bottiglia “molotov” e conduceva un cane di razza pitbull. Dopo aver danneggiato alcuni arredi ed aver ripetutamente minacciato di incendiare lo stoppino di stoffa dell’arma con un accendino si era allontanato al sopraggiungere delle Volanti, che gli hanno sequestrato l’arma ed hanno rinvenuto nella sua abitazione altre due bottiglie di vetro contenenti benzina pronte all’uso. Le minacce, molestie e richieste ingiustificate di soldi da parte dello Iania erano avvenute anche in occasioni precedenti. Dopo l’ennesima visita avvenuta ieri pomeriggio allo stabilimento, i poliziotti hanno tratto in arresto Iania in flagranza di reato per atti persecutori ai sensi dell’art. 612 bis c.p. associandolo presso la locale casa circondariale, e denunciato in stato di libertà il suo accompagnatore, anche egli pregiudicato, per possesso ingiustificato di arma da taglio. Stamane il G.I.P.di Pescara ha convalidato l’arresto ed ha contestualmente applicato la misura della custodia cautelare in carcere.

Sempre ieri la Polizia, nel corso di un’operazione antidroga svolta da personale della Squadra Mobile, ha arrestato in flagranza di reato Virgilio Spinelli, pescarese di anni 40; a seguito di perquisizione personale e locale allo stesso venivano rinvenuti e sequestrati circa 10 grammi di eroina, divisa in sei dosi da un grammo ognuna e 4 grammi in un unico pezzo, nonchè circa 3 grammi di cocaina divisa in dosi da un grammo ognuno. L’arrestato veniva posto agli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *