Peperone dolce, a fine agosto il Festival a Selva d’Altino

Non è una sagra, è bene specificarlo subito. Il Palio culinario delle contrade e Festival del peperone dolce di Altino, che si svolgerà nell’ultimo fine settimana di agosto, il 25 e il 26 agosto prosismi, è la promozione di un territorio e di un prodotto che, grazie al difficile lavoro di molti coltivatori, conquista sempre di più i palati.

La manifestazione è stata presentata oggi in uno dei tratti più belli della Costa dei Trabocchi sulla quale s’affaccia il ristorante Caldora Punta Vallevò dei fratelli Marco e Luca, a Rocca San Giovanni. Una scelta non casuale dal momento che il peperone dolce è stato proposto dai Caldora, anche alla Prova del Cuoco, su RaiUno e non manca tra i piatti proposti sulla carta dal locale.

L’appuntamento gastronomico, culturale e flokloristico del prossimo fine agosto è stato illustrato dal presidente dell’Associazione di Tutela del Peperone dolce di Altino, Sebastiano Scutti e dalla vice presidentessa Mariella Di Lallo.

Otto le contrade in gara: Briccioli, Colli, Fonte Lama, Fronte e Mandrelle, Sant’Angelo, Selva, Scosse, Quart’ammonde, con otto menu diversi a base di peperone dolce. Sarà una giuria, presieduta da Ermanno Di Paolo, docente all’istituto alberghiero “Marchitelli” di Villa Santa Maria ad assegnera l’ambita piletta del Palio culinario al miglior menu e il premio Ricetta d’autore al miglior piatto della competizione.
Tra le novità dell’edizione numero 9, uno stand gluten free con gli chef Gianni Di Carlatonio e Antonella Barbella, che proporranno un menu completo al peperone dolce di Altino, con la pasta senza glutine Bioalimenta di Fara San Martino».
Spazio anche alla solidarietà, con ospiti produttori delle aree terremotate dell’Agosto 2016 e che propongo prodotti tipici come Amatrice, Campotosto, Arquata del Tronto e Cittareale.

Il 5 agosto, a Selva d’Altino si terrà un dibattito nell’ambito del convegno promosso dall’Associazione di tutela su “Dalla microeconomia del Pda alla promozione di un sistema locale territoriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *