A Silvi spiagge cardioprotette

Il Circolo Nautico Silvi, sotto la guida del Presidente Mario Gattone, dal 2016, ha messo a disposizione un locale di primo soccorso di concerto con la Croce Rossa Italiana – comitato di Roseto – e della Cooperativa Mare Service (servizio salvamento in mare) nell’ambito del progetto Spiagge cardioprotette.

Il progetto pilota “Silvi marina spiaggia cardioprotetta 2017” con il sistema integrato di supporto al salvataggio, è nato grazie alla collaborazione tra enti operativi nel settore al fine di migliorare l’attività di sicurezza in mare per una città costiera che, nel periodo estivo, vive il proprio litorale e che vede riversati nelle proprie spiagge un notevole numero di turisti e cittadini. L’intento è quello di migliorare l’efficienza – mediante pattugliamento e presenza in loco – dell’intervento di salvaguardia della sicurezza della vita umana in mare nonché l’efficacia in caso di intervento – mediante la presenza e l’utilizzo di attrezzature salvavita quali il defibrillatore.

L’obiettivo è quello di promuovere un sistema innovativo che, se valido, nel prosieguo degli anni a venire ha come aspirazione quella di creare un SITEMA INTEGRATO DI SALVATAGGIO tra enti pubblici e privati (che svolgono il regolare servizio di salvataggio mediante l’impiego di Bagnini di salvataggio inquadrati contrattualmente nel ccnl turismo) e di volontariato (che garantiscono attività di SUPPORTO oltre a quella dei bagnini di salvataggio) capace di assicurare la totale copertura della stazione turistica di Silvi marina sia sull’arenile sia nello specchio acqueo territoriale, con dotazioni e tempi di intervento salvavita assai ridotti.

Salvaguardare la vita umana  anche sulla costa di Silvi e di Pineto, considerando che ogni anno, durante il periodo estivo, questo tratto del litorale della provincia di Teramo si popola di persone di ogni età e in spiaggia si passa la maggior parte del tempo a praticano diverse attività sportive che di fatto innalzano il rischio di arresto cardiaco, é un servizio imprescindibile- Per questo é stato necessario  dotare  le spiagge di un defibrillatore semiautomatico DAE e formare, attraverso corsi BLS-D ( basic life Support – defibrillation), il personale volontario della Croce Rossa e il servizio salvamento in mare.

Il progetto, gia’ patrocinato dal Comune di Silvi, con sede operativa presso il Circolo Nautico Silvi, opera attraverso il personale Croce Rossa Italiana – Comitato di Roseto – che effettua l’attività  di sorveglianza sanitaria con un mezzo QUAD, munito di defibrillatore mobile nel fine settimana di luglio e agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *