Il 10 agosto la Grantavolata di Venere 2017

Un tavolo unico di 130 metri che potrà ospitare 450 commensali che potranno gustare i piatti tipici della cucina della Costa dei Trabocchi, ammirare la bellezza dell’Abbazia di San Giovanni in Venere e stare insieme. Sono questi alcuni degli ingredienti della Grantavolata di Venere 2017, presentata questa mattina al Bar dei Portici di Lanciano, dal sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, da Raimondo Pascale, di Slow Food Lanciano-Vasto, e Maria Amato, prenderà il via al tramonto di giovedì 10 Agosto con un brindisi di benvenuto con bollicine e finger food. La realizzazione del menù è affidato ad una straordinaria Brigata di Chef e Gourmet, annoverati tra i principali rappresentanti della ristorazione del territorio della Costa dei Trabocchi, come Cinzia Mancini della Bottega Culinaria Biologica, Nicolino Di Renzo dell’Hostaria del Pavone, Italo Ferri della trattoria Da Ferri, Marco Marrone dell’Osteria La Scialuppa e Jean Pierre Soria del ristorante Cibo Matto. I piatti proposti durante la serata realizzati esclusivamente utilizzando pesce fresco del Mare Nostrum, saranno conditi ed accompagnati da olio ed ortaggi degli orti della Costa della ditta Ursini, nonché proposti in abbinamento con vini della Cantina Frentana; la chiusura in dolcezza, inoltre, sarà affidata al trionfo dei dolci simbolo del territorio.

Vedere tutte queste sinergie all’opera, sarà il gusto vero dell’evento. Con questa iniziativa di bellezza s’intende interconnettere un posto strategico come l’Abbazia di San Giovanni in Venere (emergenza di assoluto valore storico, artistico e culturale) come baricentro delle Terre della Costa dei Trabocchi, con le bellezze naturali (le colline, gli orti, gli oliveti ed il Mare con i suoi Trabocchi) e le prelibatezze enogastronomiche che la circondano, spesso vissute come entità separate. L’evento proposto è da annoverarsi tra le attività relative alle strategie di marketing e comunicazione adottate da chi vuole promuovere e valorizzare le Terre della Costa dei Trabocchi. L’intento è quello di dimostrare come il mettere insieme sviluppo sostenibile, turismo ed enogastronomia non solo è possibile, ma assolutamente auspicabile, massimizzando l’impatto dei servizi che producono una ricaduta sull’intero territorio, a beneficio di tutta la comunità. Per il futuro ci piacerebbe trasformarla in una sorta di vetrina itinerante per tutto il comprensorio Sangro Aventino e della Costa dei Trabocchi, sperimentando il brand attrattivo della GRANTAVOLATA del Parco Nazionale dei TRABOCCHI prima ancora che questo diventi definitivamente realtà. LE PRENOTAZIONI SI EFFETTUANO CON EMAIL a : slowfoodvastese@libero.it LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E’ di € 45,00 Slow Food Lanciano & Friends