Appuntamenti in Abruzzo

Oltre un secolo di storia dell’arte ceramica ripercorsa nei suoi stili, poetiche e contaminazioni attraverso le creazioni di maestri e giovani allievi che hanno reso celebre nel mondo la scuola d’Arte di Castelli, comune del Teramano alle pendici del Gran Sasso. Un centro montano nel quale l’arte ceramica, famosa in tutto il mondo, fonda le sue radici ben quattro secoli fa. Un efficace invito a prestare attenzione da parte della politica regionale e nazionale e dei decisori internazionali ad un territorio montano colpito dagli eventi sismici sia dell’aprile 2009 sia dell’agosto 2016 e del gennaio scorso, che paga l’isolamento e il rischio di spopolamento a causa dei ritardi della ricostruzione e della mancanza di servizi, trasporti e adeguati investimenti. E’ un invito a godere della bellezza, e nello stesso tempo un grido di allarme, quello che è emerge dalla mostra “La tradizione del futuro”, inaugurata domenica 30 luglio per celebrare i 110 anni della scuola d’arte. Resterà aperta fino al 3 settembre dalle 9 alle 19 con ingresso libero, nei locali del Liceo Artistico “F. Grue”. Le oltre 250 opere di 80 autori, maestri e allievi a loro volta divenuti maestri della scuola d’arte di Castelli,  fondata con regio decreto nel 1906, sono state collocate in un percorso che si snoda nei laboratori, ripensati  per l’occasione come suggestive sale espositive. I lavori oggi assumono un’importanza e un significato particolari perché la comunità di Castelli che ha circa 1200 abitanti, in testa i giovani, puntano sulla ceramica, unica risorsa del paese con le 46 fabbriche e botteghe artigiane collegate anche se una quindicina sono inagibili per il sisma, per sconfiggere la paura del terremoto e la crisi che ha portato con sé.

Tutto pronto per la settima edizione del Summer Vintage Rock’n’Roll Festival

Arriveranno da ogni parte d’Italia i numerosi appassionati del mondo anni Cinquanta che si sono già riservati un posto in prima fila al Summer Vintage Rock’n’roll Festival. La settima edizione dell’evento, organizzato dall’associazione Musicbox e dalla Proloco, si terrà dal 7 al 9 agosto a San Salvo Marina. Tre giorni, e non più due come gli anni scorsi di musica e non solo. Gli ospiti musicali di quest’anno arriveranno da Svezia, Germania e Inghilterra: lunedì 7 agosto si esibiranno i Go Getters (Svezia), una band di spicco per il mondo del neorockabilly e per gli appassionati del genere con il loro sound potente e decisamente coinvolgente, martedì 8 toccherà ai Booze Boombs (Germania), un quartetto guidato dalla voce della carismatica Annie Leopardo, mentre la chiusura sarà affidata a Earl Jackson (Londra), figura nota del rock’n’roll e jive conosciuta per le sue apparizioni in radio e in TV (BBC) tra cui il prestigioso spettacolo di Jonathon Ross. Per l’occasione Jackson sarà accompagnato dai Don Diego Trio, backing band del festival, e dal cantante pianista Antonio Sorgentone. Ad accompagnare gli ospiti internazionali una rosa di band tutta made in Italy che si alterneranno sul palco del Summer Vintage nelle tre serate composta da The Mad Tubes, i Voodoo Bros, i Saloon Boys, i Lucky Strikes, The Heart Attacks, gli Hot Road. Redmount Mario invece arriverà da Memphis. A presentare l’evento sarà per il secondo anno consecutivo la bellissima Angie Dee mentre le selezioni musicali pre e post concerto saranno curate, come di consueto, da Dj Galeazzo. Ma il festival inizierà dal pomeriggio con il party “Shake it” che si terrà dalle ore 17.00 di tutti e tre i giorni sulla spiaggia del lido Controvento con i dj set a ritmo rock’n’roll di DJ SANDRINO da Bologna. E sempre nel pomeriggio, dell’8 e del 9 agosto, ci sarà uno stage di 50’s Rockabilly Jive with Dado & Manu from Vintage Roots Association di Inzago. Il 9 agosto inoltre si potrà assistere, sempre durante il festival pomeridiano Shake it, al concerto live del Sorgentone Trio.

Emozioni in Musica a Roseto

Si avvicina sempre più l’appuntamento con la quarta edizione di Emozioni in Musica, il festival dedicato alla produzione musicale degli anni Sessanta e Settanta che si svolge come di consueto a Roseto degli Abruzzi in Piazza Ponno (Rotonda Nord del lungomare). Anche quest’anno, da giovedì 3 a domenica 6 agosto, La Città delle Rose sarà la culla del beat italiano, rappresentato dalle note di alcuni dei più grandi protagonisti del panorama nazionale degli anni ’60 e ’70. Organizzata dall’Associazione Le Ombre, la kermesse è stata ideata a cavallo fra il 2013 e il 2014;  si svolge dall’estate successiva sotto la rigorosa direzione artistica di Morgan Fascioli, batterista di fama e di calibro nazionale (e non solo),  che assieme al suo staff riesce a confezionare anno dopo anno un prodotto sempre più ricco e sempre più di qualità. I Cugini di Campagna saranno le star della prima serata del festival, in programma giovedì 3 agosto. La band che ha generato un ‘classico’simbolo degli anni ‘70 come “Anima Mia”, col passare degli anni è diventata sempre più tosta e luminosa, a dimostrazione che un’idea, se piena di energie, riesce a viaggiare in un batter d’occhio nel corso dei decenni. La seconda serata, in programma venerdì 4 agosto, vedrà esibirsi Alberto Radius e la sua Formula 3, il gruppo storico che accompagnava Lucio Battisti nelle sue (rare) esibizioni dal vivo. Dopo essersi sciolta nel 1974, la band si è ricostituita nel 1990 con la formazione originale, prima che si alternassero una serie di tastieristi fino a Ciro Di Bitonto, attualmente in ruolo. La star della terza serata di sabato 5 agosto sarà invece Maurizio Vandelli, altro artista strettamente legato a Lucio Battisti, che per lui creò la hit ’29 settembre’. L’ex voce dell’Equipe 84 riproporrà anche altri suoi grandi successi, come ‘Tutta mia la città’, ‘Era lei’ e ‘Io ho in mente te’. Gran finale domenica 6 agosto con lo Special Event firmato PFM. La Premiata Forneria Marconi nasce nei primi anni ‘70 e fin da subito si mette in evidenza grazie ad un suono nuovo, epico ed ancestrale, in grado di scuotere l’ascoltatore, proiettandolo in un nuovo mondo musicale che lasciava spazio all’immaginazione. Una carriera di successi che li hanno resi ancora oggi fra le band italiane più apprezzate al di fuori dei confini nazionali.

Assunta Menna in concerto

Venerdì 4 agosto nuovo imperdibile appuntamento con la voce di Assunta Menna: la cantante abruzzese si esibirà con il suo Assunta Menna Jazz Trio al Giappo Ristorante Sushi di Pescara nel cuore della città vecchia (inizio ore 21.30). Assunta Menna si esibirà in Trio Jazz accompagnata da Paolo La Rovere al piano e Paolo Trivellone al contrabbasso in un repertorio molto raffinato di brani Standard Jazz e Bossanova con arrangiamenti di notevole interesse. Il concerto, organizzato dal Ristorante Giappo, si svolgerà in Corso Manthonè  durante la cena o aperitivo/cenato a scelta.  Il noto e raffinato ristorante giapponese vanta da molti anni una grande professionalità e  autenticità dei suoi piatti. Info concerto: Assunta Menna Jazz Trio, Giappo Ristorante Sushi, Corso Manthonè 27 Pescara. Per info e prenotazioni 085.6922205 / 329.1860917

A Pescocostanzo tributo ai grandi del pop e del rock italiano

Lunedì 7 agosto, alle ore 21, a Pescocostanzo, in piazza Municipio (ingresso libero), ci sarà una serata tributo ai grandi del pop e del rock italiano con i Made in Italy. La serata, che è inserita nel cartellone estivo di Pescocostanzo, è organizzata all’associazione culturale Nomadi Fans Club “Un giorno insieme” di Sulmona e dalla Pro Loco di Pescocostanzo, con il patrocinio del Comune e dell’Unpli. Anche questa sera avrà uno scopo sociale. Nel corso della serata, infatti, saranno raccolti fondi per l’Isal, fondazione da anni impegnata nella ricerca contro il dolore cronico. Per informazioni sulla serata si può contattare il 389 9737620 oppure scrivere a vbisestile@gmail.com I “Made in Italy”, formazione teatina composta da Gianni Freschi (voce), Paolo Catone (tastiere), Laura Di Pancrazio (voce), Simone D’Alessandro (batteria), Riccardo Chiavaroli (chitarra) ed Emanuele “pollicino” Zazzara (basso), proporranno un tributo alla musica italiana degli ultimi anni, e in particolare a Vasco Rossi, Zucchero, Gianna Nannini, Elisa, Pino Daniele, Stadio, Lucio Dalla, Giorgia e tanti altri. Sarà anche l’occasione per conoscere l’ISAL nata nel 1993 come Istituto di Formazione e Ricerca in Scienze Algologiche, con lo scopo di promuovere la formazione medica e la ricerca sul tema del dolore cronico. Dall’esperienza dell’Istituto ISAL nel 2007 è nata la Fondazione ISAL per promuovere la ricerca nell’ambito della terapia del dolore oltre che la comunicazione sociale. Dall’anno della sua istituzione ad oggi, gli scopi della Fondazione sono rimasti i medesimi ossia approfondire le tematiche inerenti alla sofferenza, favorire lo sviluppo delle ricerca scientifica, coordinare e promuovere gli studi sul dolore al fine di colmare le carenza in questo settore (sia in campo nazionale che internazionale), promuovere la conoscenza e la comunicazione sociale sul tema del dolore cronico, una malattia tanto diffusa quanto ignorata.

“La gola dell’esteta”, l’8 agosto a Casoli si va a tavola con D’Annunzio

Dopo il grande successo del primo appuntamento dedicato alla bellezza nel tempo da D’Annunzio ai nostri giorni, arriva l’8 agosto “La gola dell’esteta. A tavola con D’Annunzio”,  il secondo evento organizzato dal laboratorio culturale Luce Lab con il patrocinio di Slow Food Chieti e il contributo del Comune di Casoli che si terrà sempre al Castello Ducale di Casoli dalle ore 19.30 in poi. Durante l’incontro, che s’inserisce all’interno della terza edizione della “Rassegna Dannunziana”, si parlerà di cibo e dei piaceri della buona cucina, prendendo spunto dal libro pubblicato dalla nota giornalista Paola Sorge, relatrice dell’evento insieme al dottor Gianni Vassalli. La prof.ssa Paola Sorge, nota giornalista di Repubblica ed Espresso nonché scrittrice, approfondirà il rapporto tra D’Annunzio e il cibo, racconterà aneddoti legati ai piatti preferiti dal Vate, illustrando le ricette e le golosità dell’epoca, molte delle quali preparate per gli ospiti del Vittoriale. Il dott. Giovanni Vassalli, medico e umanista, sottolineerà invece il ruolo del cibo come elemento storico-antropologico ampiamente rappresentato nell’arte pittorica e letteraria. A moderare il dibattito la prof.ssa Graziella Caravaggio che terrà le fila dello stimolante tema. E il cibo sarà il protagonista anche e soprattutto della degustazione che seguirà il convegno curata da Tommaso Masciantonio dell’azienda “Trappeto di Caprafico” e dal Master Sommelier Nicola Boschetti. Il momento conviviale, che metterà insieme musica e gusto, sarà caratterizzato da pietanze apprezzate e decantate dallo stesso Vate, prelibatezze sapientemente assemblate che faranno toccare con mano il piacere del palato Dannunziano. Il tutto sarà accompagnato dalle armonie musicali del maestro Francesco Ciancetta che con la sua chitarra renderà ancora più magica l’elegante atmosfera del Castello Ducale di Casoli.

Birrifici Aperti

La birra artigianale italiana, sta diventando uno dei prodotti di traino nel settore del turismo legato ai piaceri della gola. La manifestazione Birrifici Aperti, organizzata da FederBirra e patrocinata dal Ministero dell’Agricoltura, costituisce uno strumento di promozione del prodotto e del suo territorio, intendono favorire e promuovere il Beer Tourism, quale movimento inteso a valorizzare la produzione di birra nell’ambito di un contesto culturale, ambientale, storico e sociale. La manifestazione vede come protagonista la birra, la sua gente e i suoi territori. Presso i birrifici e i brew pub aderenti all’iniziativa, sarà possibile degustare i prodotti brassicoli italiani. Un evento unico in Italia che vede un’attenta selezione di aziende brassicole italiane aprire le proprie porte, in contemporanea, su tutto il territorio nazionale. Il 16 e il 17 settembre 2017, una due giorni di buona birra in compagnia dei Mastri Birrai Italiani. Degustazioni, visite guidate, corsi e tanto altro ancora, accompagneranno le visite alla scoperta della birra artigianale italiana. La manifestazione si svolgerà su due giorni, proprio per dare la possibilità di poter visitare più birrifici e brew pub. Per maggiori informazioni: www.birrificiaperti.eu e info@birrificiaperti.eu Materiali: http://www.birrificiaperti.eu/?page_id=10981

Concerto a San Salvo di Lara Molino

Si preannuncia un concerto coinvolgente quello in programma domani sera, 2 agosto ore 21.30 piazza San Vitale, con la cantautrice Lara Molino che presenterà il nuovo disco “Fòrte e Gendìle”. Ancora un appuntamento con la musica patrocinato dal Comune di San Salvo nel centro antico della città nell’ambito degli eventi dell’estate 2017. «Con piacere e vera gioia voglio invitare tutti i cittadini sansalvesi e i turisti presenti – afferma il sindaco Tiziana Magnacca – a trovare il tempo per venire ad ascoltare Lara Molino, orgoglio musicale della nostra Città. E’ un bellissimo cd nel quale si apprezzano le sonorità della nostra terra valorizzate dalla voce e dal suono della chitarra di Lara che si candida a pieno titolo a diventare la cantantessa della lingua abruzzese». Disco realizzato grazie al contributo artistico del violinista Michele Gazich, dei musicisti Marco Tibu Lamberti e Vincenzo Titti Castrini, dai tecnici del suono Paolo Costola e Francesco Apolloni e dulcis in fundo dal papà di Lara, Michele Molino, dal quale ha ereditato la passione per la lingua abruzzese e per la poesia e dal quale ha attinto per poter comporre le canzoni del disco. «Suoneremo e canteremo per voi le canzoni in dialetto abruzzese del mio ultimo disco, “Fòrte e Gendìle”. Canzoni inedite che parlano della nostra bella terra abruzzese, storie di pescatori, donne, briganti, contadini, mazzemarèlle» conclude Lara Molino rinnovando l’invito a tutti partecipare al concerto gratuito.