Appuntamenti in Abruzzo

Oltre 80 proposte culinarie diverse, 20 tipologie di birre rigorosamente artigianali preparate appositamente per la manifestazione, 3 giornate di intrattenimento ed animazione con artisti di strada, maghi, illusionisti, animatori. Questi sono i numeri di “Street Food Time” che si terrà a Chieti dal 4 al 6 agosto in Corso Marrucino. L’evento a carattere nazionale dedicato al cibo di strada di qualità torna per la terza edizione in città e lo fa insieme al “Theate Magic Summer”; le due iniziative daranno vita ad un evento unico ed irripetibile in cui l’arte culinaria sarà servita in abbinamento alla street artist di qualità per deliziare tutti i sensi ed intrattenere in modo divertente e sano i visitatori di ogni età. Sarà insomma una magic edition con i food truck lungo corso Marrucino che saranno intervallati da spettacoli di magia e illusionismo, completati dallo spettacolo finale che si terrà in piazza San Giustino con Ottavio Belli e Raoul Cremona. “Street Food Time”, organizzato dalla Blunel srls con il patrocinio del Comune di Chieti, della Confartigianato Cheti e dell’Associazione Culturale La Forza dei Diritti, ospiterà mezzi di tutte le forme e le stazze, provenienti da ogni regione d’Italia, capaci di soddisfare le esigenze culinarie più disparate, dall’aperitivo al dessert passando per primi piatti, secondi, contorni e formaggi. I fornelli si accenderanno alle ore 18 e si spegneranno a tarda notte. Numerose postazioni occupate da carretti, apette, roulotte degli anni ‘60 e camioncini vintage daranno vita a tre giornate davvero gourmet durante le quali l’Italia culinaria si incontrerà a Chieti per deliziare tutti i palati, anche i più esigenti. L’area del Festival, a ingresso gratuito, sarà la patria del cibo di qualità, in cui la tradizione e la varietà degli alimenti di strada italiani incontreranno la creatività e la personalità di giovani appassionati che alle cucine super accessoriate dei ristoranti hanno preferito camioncini e spazi all’aperto come regno dove dare sfogo alla loro arte culinaria. I produttori di cibo di strada sono artigiani che esprimono appieno i valori dell’Italia più vera e autentica. I concetti di fast, cheap, gourmet, design e spirito on the road si incontrano nelle vere e proprie cucine itineranti, offrendo al pubblico un’esperienza gastronomica unica, assolutamente innovativa e in linea con uno stile di vita giovanile e al passo coi tempi. Ricerca della qualità, piacere di avere un contatto umano e schietto con i clienti, voglia di mantenere vivi i rapporti con il proprio territorio e la sua storia, utilizzo di prodotti agricoli genuini, uso di ricette tramandate di generazione in generazione, questi gli elementi che caratterizzano i cultori del cibo di strada, consapevoli che esistono nelle nostre città, “paesaggi culturali” da difendere e conoscere.

Gli Zero Assoluto fanno tappa a Roccaraso

Appuntamento martedì 15 agosto con gli Zero Assoluto che faranno tappa a Roccaraso sul palco di Piazza G. Leone. Il concerto sarà l’occasione per ripercorrere insieme al pubblico i loro indimenticabili successi – da “Semplicemente” a “Svegliarsi la mattina”, da “Per dimenticare” a “Grazie” – fino ai brani dell’ultimo disco “Di me e di te” (prodotto da Gaetano Puglisi e Massimo Levantini per Fonti Sonore e distribuito da Warner Music), come il sanremese “Di me e di te”, la hit “Una canzone e basta”, fino all’ultimo singolo “Eterni”. “Di me e di te” (2016) è il 6° lavoro in studio del duo e segna una svolta artistica nel percorso di Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi che per la prima volta aprono le porte della loro produzione, collaborando con tanti autori di talento del panorama musicale italiano come Antonio Filippelli, Fortunato Zampaglione, Piero Romitelli, Zibba, Fabrizio Martorelli, Rory Di Benedetto. L’album racchiude dieci tracce all’insegna del pop, in cui convivono perfettamente le due anime degli Zero Assoluto, quella più elettronica e quella più intima e acustica. Un lavoro che mette in luce ancora una volta l’abilità innata degli Zero Assoluto di firmare canzoni capaci di arrivare dritte all’ascoltatore, semplici e al tempo stesso piene di significato.

Notte Rosa a Vasto Marina

Martedì 8 agosto Vasto Marina si colorerà di rosa in occasione della settima edizione della Notte delle Sirene. L’iniziativa promossa e organizzata dal Comune di Vasto e dal Consorzio Vivere Vasto Marina assicurerà tanta musica, spettacolo e divertimento. Madrina della serata sarà Giulia De Lellis, ex corteggiatrice del programma  televisivo Uomini e Donne. “Sarà una notte piena di eventi –ha detto questa mattina l’assessore al Turismo, Carlo Della Penna durante la conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il presidente del Consorzio Vivere Vasto Marina, Massimo Di Lorenzo ed il collaboratore Cristopher Lo Mele- sono previsti oltre 30 concerti, spettacoli, cabaret, artisti di strada, discoteca sui lidi, butterfly led, dj set e altro ancora. “Una notte rosa ––ha concluso Massimo Di Lorenzo presidente del Consorzio Vivere Vasto Marina-  che spero sia positiva come l’ultima edizione che è stata di alta qualità con bella gente e nessun problema di sicurezza”.

9° Festival Internazionale di Musica antica e di Teatro a Fossacesia

In collaborazione con il Comune di Fossacesia, l’Associazione ITACA e il Duo Europeo Commedia Nova nei giorni 3, 5, 7, 8 Agosto 2017 presenteranno il 9° Festival Internazionale di Musica antica e di Teatro, fondato su taluni principi che lo rendono di particolare interesse nella vita culturale della Regione. Il coinvolgimento dell’Abbazia di San Giovanni in Venere non è casuale, poiché lo scenario artistico e spirituale che la Città possiede ben si sposa con le varie proposte culturali offerte dal Festival; in effetti uno dei principi ispiratori della manifestazione è la stretta correlazione tra la cultura del territorio e la cultura musicale, nella fattispecie un evento di grande impatto quale l’impianto del festival incentrato sulla musica medievale e di tradizione mediterranea in un contesto suggestivo e coinvolgente come San Giovanni in Venere. Il secondo principio ispiratore del festival, una volta stabilito e istituito il legame tra Abbazia e musica, è l’inserimento di un percorso di formazione sia sul piano della conoscenza specifica dell’ambiente architettonico, storico e paesaggistico, sia su quello della musica, al quale si abbina, proprio nel rispetto di quell’armonia che da il nome all’evento. L’intento, perciò, è di coniugare la divulgazione di contenuti scientificamente corretti con la volontà di renderli comprensibili al vasto pubblico, soprattutto alle nuove generazioni coinvolte con laboratori didattici in questo progetto. Gli eventi importanti sono certamente: IL 3 di Agosto ore 19,30, evento molto atteso che pone il tema di questa edizione del Festival, la presentazione del volume “IL DOLORE E LA SUA TERAPIA NELLA MEDICINA OCCIDENTALE” di Gianfranco Natale e Alberto Zampieri edito da Pisa University Press. Introduzione a cura del Prof. Gianfranco Natale, intervengono Prof. Rocco Paolucci, Dott. Fausto Stante, Dott. Adriano Aimola, Prof. Lia Giancristofaro e Prof. Emiliano Giancristofaro. Sarà presente il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio. Il 5 di Agosto alle ore 21,30 il quartetto di violino, chitara spagnola, tiorba e percussioni “Terra d’Otranto” presenterà all’Abbazia di San Giovanni in Venere il concerto “TARANTULE, ANTIDOTI E FOLLIE – La terapia musicale del tarantismo nelle fonti antiche” aprendo un dialogo tra l’antico e il moderno, tra la tradizione italiana e l’antichità greca. Il 7 di Agosto alle ore 11,00 la musicista Gaby Bultmann invita al workshop “IL CANTO COME TERAPIA NEL MEDIOEVO” nel Museo Palazzo Mayer, Info e iscrizione 3331167312 o info@festivaldellarmonia.it. Come per tradizione, l’ultimo evento che concluderà questa edizione del Festival avrà luogo nella cripta dell’Abbazia di S. Giovanni in Venere con il concerto di musica e strumenti medievali “CONTRO IL DOLORE – LA MUSICA DEGLI ANGELI” il giorno 8 di Agosto alle ore 21,30 con il Duo Commedia Nova e la moderazione di Padre Ciro Benedettini. L’ingresso a tutti gli eventi è libero. (Info: www.festivaldellarmonia.it )

Sonic Latitudes Five Elements al “Lampara Jazz”

Giovedì 3 agosto 2017, alle 22, Sonic Latitudes Five Elements, il gruppo jazz fondato dal pianista Marco Di Battista e dal chitarrista Franco Finucci, sarà impegnato sul palco della rassegna pescarese “La Lampara Jazz”. Il concerto è ad ingresso libero. I due musicisti, che con frequenza si esibiscono in formazione di duo, nell’occasione sono affiancati dalla compatta e affiatata ritmica composta da Gabriele Pesaresi al contrabbasso e Roberto Desiderio alla batteria. Il gruppo è ulteriormente impreziosito dalla presenza del sassofonista Simone La Maida. Le composizioni di Finucci e Di Battista catturano l’attenzione perchè dotate di originalità e sapienza compositiva. L’improvvisazione dei solisti è avvincente e innovativa perché scaturita da una profonda conoscenza della tradizione. L’affiatamento dei cinque musicisti sul palco per il pubblico è totale e coinvolgente, il linguaggio della formazione è esemplare per coerenza e per maturità musicale. La solidità del quintetto proviene dalle numerose collaborazioni che di volta in volta hanno unito i musicisti coinvolti: contesti diversi nei quali si è sviluppata l’intesa e la reciproca conoscenza musicale. Il repertorio scelto dai Sonic Latitudes Five Elements per il concerto di giovedì 3 agosto, comprende brani estratti da dischi pubblicati in passato e scelti dal nuovo CD appena registrato che vede la presenza del sassofonista Stefano Di Battista. L’unione musicale che lega Marco Di Battista e Franco Finucci è stabile, duratura e orientata verso la ricerca. Oltre che il nome del gruppo, Sonic Latitudes è anche il titolo del disco che i due musicisti hanno registrato nel 2013. Nell’estate del 2016, Di Battista e Finucci, con la formazione Sonic Latitudes Nordic Experience, insieme alla ritmica formata da Arild Andersen e Paolo Vinaccia, nell’ambito di un breve tour nel centro Italia, si è esibito anche sul prestigioso palco della Casa del Jazz di Roma. La Lampara si trova a Pescara, in Via della Riviera, 170.

“Musica nei Chiostri” al Belvedere Montauti di Pietracamela

Giovedi 3 agosto alle 18.30  nuovo appuntamento con “Musica nei Chiostri”,  la rassegna itinerante di musica da camera organizzata dall’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello” di Teramo. L’ensemble di ottoni I BRASS QUINTETT, formata da musicisti abruzzesi, proporrà un programma divertente e accattivante, presso il Belvedere Montauti nello splendido borgo di Pietracamela. I BRASS QUINTET proporrà al pubblico musiche musiche tratte da pagine operistiche, musiche per film e tradizionali. Il gruppo è formato da musicisti affermati in campo nazionale ed internazionale, l’ensemble ha svolto numerosi concerti, nell’ottica di una crescita stilistica musicale e lo studio specifico dei vari repertori, sensibili alle esigenze dei committenti ed al luogo delle esecuzioni, il gruppo generalmente costituito nella formazione di quintetto classico di ottoni, è in grado di proporre diverse soluzioni di organico e di repertorio dalle più famose colonne sonore da film, passando per il barocco, la musica operistica ,arrivando fino alla musica jazz.  La professionalità dei musicisti che compongono l’Ensemble è sottolineata dalle partecipazioni in numerosi concerti con Orchestre Sinfoniche sotto la direzione dei maestri “R. Muti, D. Renzetti”, “G. Gelmetti”, eseguendo concerti con Josè Carreras, Plàcido Domingos, Andrea Bocelli; Big Band, partecipando a numerosi concerti con artisti di fama internazionale come “Dee Dee Bridgewater”, trasmissioni televisive come “Domenica In”, “Uno Mattina”, “Seconda Serata”, “Stelle di Natale, condotte da noti personaggi come Lino Banfi, Paolo Bonolis, oltre ad essere vincitori di vari concorsi sono titolari di cattedra di Tromba e Trombone nell’Alta Formazione Artistica e Musicale. L’ingresso al concerto è gratuito.

Artisti a confronto a Fossacesia

Lo storico Frantoio Stante & Luciani di Fossacesia, con il patricinio del Comune, ospita gli artefatti di “Atmosfere Luminose”: Pippo Cosenza, Silvano D’Orsi, Matteo Fiorentino sono gli artisti invitati a confrontarsi con la città di Fossacesia, il suo territorio, la sua cultura e la sua storia. Le opere saranno visibili dal 4 al 12 agosto. Agli artisti è stata offerta l’opportunità di incontrare la tradizione custodita dal Frantoio che racconta la storia di un luogo a dire poco singolare, la cui singolarità è determinata da una pluralità di componenti variamente connessi fra di loro. Un luogo esiste ed è vivo, quando in esso è possibile riconoscere i segni di un’attitudine umana legata alla storia, alla necessità, alla continuità della vita. Contatti: Frantoio Stante & Luciani 0872 607291 Pippo Cosenza 3299833998

A Castel del Giudice festival internazionale e multiculturale dell’arte di strada 

Artisti di strada da tutto il mondo arrivano sabato 12 e domenica 13 agosto a Castel del Giudice (IS), borgo antico tra l’Alto Molise e Castel di Sangro (AQ), per il primo festival internazionale e multiculturale dell’arte di strada del Molise, il Casteldelgiudice Buskers Festival. Un evento unico nell’estate molisana ed abruzzese, che vedrà per due serate il paesino noto in tutta Italia per le sue pratiche virtuose a sostegno dell’ambiente e dello sviluppo delle aree interne, trasformarsi in una grande festa della musica e dello spettacolo itinerante. Musicisti, acrobati, giocolieri, professionisti dell’arte teatrale e di tante discipline dello spettacolo di strada, provenienti dall’Italia, ma anche dal Messico, dal Cile, dalla Spagna, a partire dalle 20.00 fino a mezzanotte daranno vita a show sorprendenti, completamente gratuiti per il pubblico, capaci di coinvolgere persone di ogni età. È la magia dell’arte di strada: rendere protagonisti anche gli spettatori, che diventano parte della performance. In ogni angolo del borgo di Castel del Giudice, dalla piazza principale fino agli scorci di Borgo Tufi, si potrà assistere ad acrobazie, magie, equilibrismi oltre l’immaginazione. Le serate saranno arricchite dal cibo di strada curato dalla condotta Slow Food Alto Molise Castel del Giudice, con food trucks provenienti dal Molise ma anche da altre zone d’Italia, pronti a sfornare prelibatezze per tutti i gusti, a partire dalle 19.00. Il festival vedrà anche la partecipazione attiva dell’Università del Molise, che si occuperà di monitorare il feedback da parte del pubblico e di Legambiente Molise, coinvolta in una campagna di informazione e comunicazione su stili di vita più sostenibili e rispettosi dell’ambiente. «Il Casteldelgiudice Buskers Festival – spiega il sindaco Lino Gentile –  si prefigge di essere un evento di richiamo nazionale e punto di riferimento per il territorio del Centro Italia, con l’obiettivo di valorizzare il borgo di Castel del Giudice (IS), l’Alto Molise e facendo della manifestazione un’attrazione turistica per l’intera regione. Nell’organizzazione logistica saranno coinvolti, inoltre, i migranti del progetto SPRAR di Castel del Giudice, in un’ottica di integrazione, che d’altronde fa parte dell’essenza stessa dell’arte di strada». «L’arte di strada – sostiene Giovanni Di Paolo, presidente dell’associazione Chietinstrada, organizzatrice dell’evento con il Comune di Castel del Giudice e la Pro loco – rappresenta una particolare forma culturale di libera esibizione. Il mondo irrompe a Castel del Giudice con i suoi suoni, i suoi colori, la sua allegria: è una grande festa della musica e dell’incontro, un’occasione per incursioni divertenti, affascinanti ed originali di artisti di strada. Una manifestazione aperta al mondo, quindi, ma radicata profondamente nel territorio, perché per andare lontano bisogna riconoscere il luogo da cui si proviene».