Traffico limitato sulla S.P. 88 Sangrina, vertice Abruzzo-Molise

Le precarie condizioni della S.P. 88 “Sangrina”, arteria di vitale importanza per il polo industriale della Val di Sangro, hanno portato la Provincia di Isernia ad emettere una ordinanza di limitazione al transito del traffico veicolare pesante con inevitabile ripercussione negativa sulle attività dell’intera area.

Una situazione che il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, ha voluto immediatamente analizzare con tutti i soggetti interessati nel corso della odierna riunione a cui erano presenti: il Presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, i consiglieri provinciali di Isernia, Fabrizio Tombolini e Mike Manicoli, accompagnati dal Responsabile del Settore Viabilità, Lorenzo Di Iacovo, la Responsabile ANAS Abruzzo, Carmelina Furfaro, i sindaci di Sant’Angelo del Pesco e Castel del Giudice, Nunzia Nucci e Lino Gentile, il Presidente ANCI Molise, Pompilio Sciulli, ed il Presidente della CCIAA di Chieti, Roberto Di Vincenzo.

Nel corso dell’incontro è emersa la pregressa iniziativa progettuale, incardinata dalla Provincia di Isernia e sottoposta alla valutazione della Regione Molise, per superare le criticità esistenti ed il cui costo è stimato in circa 4 milioni di euro.

Un intervento organico sui circa 7,5 chilometri di viabilità cui ha fatto seguito un ulteriore studio più contenuto di circa 2,1 milioni di euro che, al momento, ha trovato un impegno da parte della stessa Regione Molise per circa 1,1 milioni di euro.

Il Presidente D’Alfonso, tracciando un quadro definitivo sul lavoro odierno, ha posto l’esigenza di operare per step realizzativi capaci di cogliere i risultati attesi e positivi sia con una tempistica a breve – capace di superare i limiti dell’ordinanza della Provincia di Isernia – sia per assicurare una azione organica per restituire la funzionalità completa dell’asse viario con una tempistica a medio termine.

Per il raggiungimento del primo obiettivo il Presidente D’Alfonso, grazie alla collaborazione di ANAS, presente con la Responsabile del Compartimento Abruzzo, Furfaro, e con il collegamento telefonico con l’ing. Ugo Dibennardo, direttore centrale della manutenzione, ha concordato la sottoscrizione immediata di un accordo tra le diverse istituzioni che consenta alla stessa ANAS di intervenire con lavori urgenti per risanare l’ammaloramento del fondo stradale, il rifacimento di segnaletica orizzontale e verticale e la sistemazione di barriere di protezione laterali.

Successivamente e ad emergenza superata, Regione Abruzzo e Regione Molise troveranno il modo per finanziare la sistemazione complessiva del tratto viario in argomento senza escludere la possibilità che la strada provinciale possa tornare nella disponibilità statale per il valore economico-sociale che la stessa strada rappresenta per il territorio interregionale.