6000 Penne Nere ad Avezzano per il raduno del 4° Raggruppamento

‘Non state a contarci, contate su di noi’ si legge su qualche striscione che sfila lungo le vie di Avezzano. E’ l’impegno degli Alpini che, oggi come ieri, sono vicini alla gente. Lo hanno ricordato ad Avezzano in occasione  del raduno del 4° Raggruppamento, che ha visto sfilare dalla zona nord della città a piazza della Repubblica oltre 6000 Penne Nere, con 200 gruppi provenienti da Sud Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Doveva essere una festa e festa è stata in terra marsicana. Salutati al loro passaggio da due ali di folla che li ha accompagnati calorosamente lungo tutto il tragitto, hanno ricevuto tanto affetto, stima e riconoscimento dalla gente d’Abruzzo. Un legame forte che non si è mai incrinato: anzi, si è rafforzato nell’opera che in questi anni gli Alpini, attraverso le unità di Protezione Civile, hanno svolto con passione e professionalità nelle calamità ovunque, anche in questa regione. A Campotosto l’ANA, come annunciato dal presidente nazionale dell’associazione Alpini, Sebastiano Favero, consegnerà il prossimo ottobre una struttura polifunzionale integrata voluta in quel centro dell’Aquilano, completamente distrutto dal sisma in centro Italia.

Il raduno del 4° Raggruppamento, che per importanza è secondo solo a quello nazionale, tornava in Abruzzo dopo la parentesi, lo scorso anno, ad Ascoli Piceno. La macchina organizzativa dell’ANA regionale e del Gruppo di Avezzano, guidato dal capogruppo Mario Sansone, è stata perfetta, così come la nuova Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Gabriele De Angelis, con Avezzano ha risposto in maniera impeccabile.

Ora l’appuntamento è al 2018, nel Lazio. Il presidente della Sezione Abruzzi, Pietro D’Alfonso, infatti ha consegnato la stecca al gruppo Alpini di Leonessa, in provincia di Rieti che ospiterà il Raduno dal 21 al 23 luglio.