Appuntamenti in Abruzzo

Manca davvero poco all’evento più atteso dell’estate 2017 che da venerdì a domenica prossima colorerà piazza Cristoforo Colombo e il lungomare di San Salvo Marina con musica, intrattenimento e  street food. Questo sarà il programma della quarta edizione di Progetto Sud Festival organizzata da Antonio Cane, Andrea Di Iorio e Daniele Manzone, insieme alla Eventi e Servizi di Gaetano D’Ancona e al Comune di San Salvo, iniziativa che ha contato oltre 30mila presenze solo lo scorso anno e che è stata selezionata da Italive.it come uno dei migliori eventi di tutta Italia: venerdì 25 agosto in apertura si esibirà il cantautore folk/blues calabrese  Santino Cardamone e a seguire saliranno sul palco del festival i Modena City Rambles, gruppo folk rock che da ben 25 anni propone il connubio vincente tra testi impegnati e sound che riprende i brani della tradizione popolare irlandese. Tanti gli album di successo dello storico gruppo tra i quali “Riportando tutto a casa” con ben 200mila copie vendute, “La grande famiglia”, “Terra e libertà”, “Fuori Campo”, “Viva la vida, muera la muerte” prodotto da Max Casacci dei Subsonica che contiene la canzone “Ebano” vincitrice del prestigioso premio “Amnesty – Voci per la libertà” come esempio di brano impegnato nell’ambito delle tematiche dei diritti umani e poi tantissimi altri fino ad arrivare agli ultimi lavori musicali della band “Tracce Clandestine “ e “Mani come rami, ai piedi radici”, uscito lo scorso 10 marzo per l’etichetta della band, Modena City Record, in cd e vinile a tiratura limitata. Tante, in più di venti anni di carriera, le collaborazioni di prestigio del gruppo con nomi di grosso calibro, tra cui Francesco Guccini, Piero Pelù, Goran Bregovic e lo scrittore cileno Luis Sepulveda, autore del brano “Una Perfecta Excusa”. Sabato 26 agosto toccherà alla Piccola Underground Orchestra che tornerà anche quest’anno sul palco di Progetto Sud Festival e a seguire il ritmo coinvolgente del noto trombettista Roy Paci e i suoi Aretuska. Di orientamento ska/jazz il gruppo siciliano che si è formato nel 1998 prende il nome non a caso dalla fonte siracusana “Aretusa”. La band si è esibita in famosi festival internazionali come il Lowlands nei Paesi Bassi, il SunSplash in Austria, il Klinkers in Belgio, il Pepsi Island di Budapest (Ungheria), il SummerJam di Colonia (Germania) e il Gurten di Berna (Svizzera). Il gruppo ha partecipato a programmi televisivi nazionali come Stasera pago io con Fiorello (Rai 1), MTV Supersonic (MTV), Play It (Rete A – All Music) e Zelig (Canale 5). Per Zelig Roy Paci e gli Aretuska sono stati resident band e il loro brano “Viva la vida” è diventato sigla del programma. Nel 2007 è arrivato il tormentone “Toda Joia Toda Beleza” che ha spalancato a Roy e compagni le porte della grande notorietà. Domenica 27 agosto si esibiranno sul palco del festival Mama Marjas e il rapper Clementino con il suo “Vulcano Summer Tour” che toccherà anche San Salvo. Il tour prende il nome dal suo quinto album, “Vulcano”, uscito  a marzo scorso e, ad una settimana dall’uscita, già sul podio della classifica degli album più venduti, aggiudicandosi il terzo posto in classifica dietro solamente a “Spirit” dei Depeche Mode al primo posto e a “Divide” di Ed Sheeran al secondo. L’album rispecchia letteralmente lo stato  d’animo di Clementino che spiega “come il fuoco sotto  forma di lava che esce  dal vulcano, così   sono   nate le rime   che   hanno   dato   origine   alle   canzoni”. Il rapper, che ha peraltro collaborato anche con Fabri Fibra nel duo musicale Rapstar, ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano inedito “Ragazzi fuori”, classificatosi sedicesimo nella serata conclusiva. Dopo i concerti, in tutte e tre le serate del festival, la festa continuerà al Lido “La Caravella” con dj set e tanto divertimento. Ma non è tutto, oltre alla musica ci sarà anche lo “Street Food d’aMare”, l’originale cibo da strada, che quest’anno sarà dedicato in particolar modo alla promozione dei prodotti gastronomici di nicchia. I prodotti tipici della tradizione gastronomica abruzzese e non solo accompagneranno un’iniziativa ormai divenuta punto di riferimento a livello musicale e, dalla scorsa edizione, anche gastronomico. Numerose postazioni di cibo da strada coloreranno il lungomare “C. Colombo” di San Salvo Marina e daranno la possibilità ai numerosi ospiti di poter degustare sapori di ogni genere: arrosticini, carne argentina, cucina multietnica, specialità pugliesi, fritto di mare, puccia salentina, rustico salentino, pasticciotto leccese, specialità messicane, paella e tapas fino ad arrivare alle richiestissime “fregne”, il dessert made in Abruzzo ideato da Elena Iannone. Saranno 25 i food truck provenienti da tutto lo stivale e anche da fuori Italia che daranno vita ad un festival nel festival all’insegna del gusto. La festa inizierà tutte e tre le serate alle ore 19 con l’apertura dei truck, eccezion fatta per la domenica che si partirà alle 18; mentre la musica inizierà alle ore 21.

Paolo Belli a per la Perdonanza Celestiniana

Ritmo travolgente e un sound inconfondibile. Sono queste le “armi segrete” utilizzate da Paolo Belli per incantare il pubblico che da anni lo segue e che lo aspetta nelle piazze di tutta Italia. Il nuovo tour estivo, partito da Paola (CS) di fronte a oltre 10.000 persone, fa tappa domenica 27 agosto a L’Aquila. Il concerto di Paolo Belli e la sua Big Band è previsto per le 22:00 in Piazzale Di Collemaggio in occasione della 723esima edizione della Perdonanza Celestiniana.

Musica nei Chiostri

Giovedi 24 agosto alle 21.30  nuovo appuntamento con “Musica nei Chiostri”,  la rassegna itinerante di musica da camera organizzata dall’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello” di Teramo. A Montone di Mosciano Sant’Angelo, in Piazza del Giglio, Renzo RUGGIERI Alessia MARTEGIANI DUO (Alessia Martegiani – voce e Renzo Ruggieri – fisarmonica). Il concerto è preceduto dall’appuntamento estivo organizzato dal Comune di Mosciano Sant’Angelo, Tesori di Sera, itinerari alla scoperta di paesaggi e beni culturali del territorio di Mosciano Sant’Angelo, “tesori” che si aprono ad accogliere i visitatori per raccontare la loro storia. Appuntamento ore 20.45 presso il Belvedere di Montone per una breve visita guidata al borgo di Montone, Le fortificazioni, le piazzette, la chiesa di Santa Maria Assunta, con il panorama che scopre verso il mare, e che al suo interno conserva una Madonna in pietra dipinta del XIV secolo, frammentaria e di fattura rustica, ma di grande forza espressiva ed interesse per gli aspetti di costume “laico” che la caratterizzano. E ancora la Chiesa di S. Antonio Abate, oggi inagibile, dal cui ingresso è possibile scorgere il Sepolcro di Bucciarello di Giacomo di Bartolomeo, la più importante opera figurativa di età medievale del piccolo borgo fortificato, datata 1390. La visita è libera e gratuita.  Al termine, nella rinnovata Piazza del Giglio al centro di Montone, si svolgerà il concerto: “CHANSON POPULAIRE”, il suono delle parole, italiane e francesi, hanno influito nella costruzione di un universo poetico immortale. La melodia italiana più contrastata, più urlata, più intensa, più lirica e quella francese più ricercata, più intima, più vissuta; entrambe con una pronunciata melodicità che consacra ancora una volta il profondo legame tra queste due culture. Il progetto dei due musicisti abruzzesi,  indaga il legame fra queste due anime della “chanson populaire” mettendo in parallelo canzoni nate negli stessi anni e utilizzando lo strumento più popolare in entrambe le culture: la fisarmonica o “accordéon” come si direbbe a Parigi. Da Edith Piaf a Gorni Kramer, da Jacques Brel a Bruno Lauzi, in aggiunta a canzoni più recenti, Alessia e Renzo propongono il materiale con imprevedibili arrangiamenti, ricchi di pathos, di improvvisazione e con tutti i contrasti tipici degli strumenti “che respirano”.

Treglio, Settimana internazionale dell’affresco

Treglio in provincia di Chieti, “paese dell’affresco”; Tossicia  (Teramo) con la frazione di Azzinano e Atri con la frazione  di Casoli, “paesi dipinti”: sono realtà che vantano musei all’aperto, grazie a decine di opere d’arte che costellano i muri esterni delle case. I tre Comuni, lo scorso 4 agosto, insiemem alla Regione Abruzzo e all’Ufficio scolastico regionale, hanno firmato un protocollo d’intesa “per raggiungere obiettivi di sviluppo e di promozione del territorio, nonché di sensibilizzazione socio culturale”. E i loro amministratori, oggi, si sono incontrati in Comune a Treglio in occasione della presentazione della “Settimana internazionale dell’affresco”, che va da oggi al 30 agosto. “Un accordo – dice il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella – che punta alla valorizzazione, a livello educativo, di formazione e turistico, dei paesi dipinti d’Abruzzo. Siamo all’inizio, ma si tratta di un sodalizio che porterà vantaggi”. Treglio conta 60 affreschi realizzati negli anni nel centro storico e nelle contrade e dal 2000 ospita la Scuola internazionale di pittura a fresco, diretta dal maestro Vico Calabrò. E’ nata anche l’associazione culturale “Treglio affresco” presieduta da Antonella D’Addario, maestra di pittura a fresco, con il compito di far apprendere e diffondere questa tecnica, che stava scomparendo, soprattutto tra i ragazzi. “Quest’anno – spiega D’Addario – sono stati 1.800 gli studenti, di vario ordine e grado, che hanno frequentato i nostri laboratori. Nella Settimana dell’affresco a Treglio saranno presenti 10 artisti, giunti da tutta Italia e anche da Messico e Cina, che realizzeranno nuove opere. Si stanno mettendo ora al lavoro”.  Il borgo di Casoli d’Atri conta 55 opere murarie realizzate dal ’96 da artisti italiani. “E che –  afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Atri, Domenico Felicione – rappresentano un’attrattiva fantastica. Facciamo parte anche dell’Assipad (Associazione italiana paesi dipinti). Con le pitture abbiamo creato un ” percorso visivo urbano”, di straordinaria suggestione di notte, sotto le stelle, grazie ad una peculiare illuminazione. Attualmente stiamo portando avanti il Premio nazionale biennale “Casoli pinta”. L’accordo siglato – evidenzia – servirà a creare progetti e ad intercettare fondi europei: deve rappresentare il trampolino di lancio”.  Azzinano di Tossicia è abbellita da murales naif che raccontano i giochi di una volta. “Sono 52 i murales – fa presente il vice sindaco di Tossicia, Emanuela Rispoli -. E tutto nasce dal talento della nostra pittrice-contadina naif Nunziata Scipioni, conosciuta in tutto il mondo. E’ stato il modo originale, per qualificare e imprimere vitalità a questa nostra realtà. Noi siamo nella “zona rossa” dal 2009 e purtroppo i vari terremoti ci hanno costretto ad abbattere anche edifici dipinti”. All’incontro a Treglio erano presenti anche i presidenti della Pro loco di Treglio, Francesco Conserva; della Pro loco di Azzinano, Giuseppe Gargini e rappresentanti dell’associazione culturale “Castellum Vetus” di Atri. Gli amministratori  dei tre Comuni si ritroveranno il prossimo 2 settembre ad Atri per “cominciare a riempire di iniziative e contenuti” il protocollo d’intesa. A Treglio, oggi, sono stati anche inaugurati i nuovi coloratissimi laboratori permanenti dell’affresco.