Emergenza idrica a Vasto e San Salvo, sarà chiesta l’emergenza nazionale

Vertice oggi in comune a Vasto con Prefettura, Regione, enti gestori del servizio idrico, consorzio industriale, i Comuni di San Salvo e Montenero di Bisaccia, Centro Operativo Comunale per fare il punto sull’emergenza idrica nella città adriatica e avviare le procedure per chiedere lo stato di emergenza nazionale. Presenti, tra gli altri, il Vice Prefetto di Chieti, Giovanni Giove, il Direttore del Dipartimento Regionale OO.PP., Emidio Primavera, il Responsabile Servizio Emergenze della Protezione Civile regionale, Silvio Liberatore.

“Il tavolo operativo, presieduto dall’organo di Prefettura – ha spiegato il sindaco di Vasto Francesco Menna –, è costituito in forma permanente presso questo Comune. Nel corso della riunione è stata analizzata nel dettaglio la situazione dell’approvvigionamento idrico ed individuata la capacità-limite delle risorse attualmente in uso. Il tavolo ha approvato un piano d’intervento che si costituisce di tre successive fasi, coincidenti con il progressivo acuirsi della crisi. All’esaurimento di acqua dalle fonti attualmente in uso si farà eventualmente fronte con il rifornimento tramite autobotti che la Regione provvederà ad inviare sull’intero territorio. Il monitoraggio sarà continuo e il Centro Operativo Comunale continuamente attivo. Insieme alla collega Sindaco di San Salvo – ha proseguito il primo cittadino –  abbiamo rimarcato la necessità di interventi strutturali rispetto, ad esempio, ai lavori complementari preventivati nel Masterplan regionale riguardanti la Diga di Chiauci, nonché la realizzazione del potabilizzatore di Altino. Interventi strutturali attesi per troppo tempo, ma che ci siamo impegnati a riproporre all’attenzione della Regione e degli altri enti interessati, con tavoli tecnico-programmatori, già al termine dell’attuale fase emergenziale. Insieme lavoreremo, in questi giorni, affinché la situazione sia affrontata nel miglior modo possibile. Secondo tecnici ed esperti questa è un’emergenza idrica senza precedenti per Vasto, San Salvo e l’intero territorio del Vastese. Un problema che, insieme a quello degli incendi, sta travagliando l’intera nostra Regione”.

Infine un nuovo appello a non fare uso improprio di acqua: “In un momento delicato come questo è oltremodo necessario non disperdere questa importante risorsa, impegnarsi per un utilizzo misurato e rispettoso delle principali necessità alimentari ed igienico sanitarie, senza dispersioni in attività non necessarie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *