Lanciano addolorata per la scomparsa di Vittorio Renzetti

Lanciano piange un grande uomo. La notte scorsa, in seguito ad un improvviso malore, è infatti scomparso all’età di 76 anni il noto e stimato architetto lancianese Vittorio Renzetti. Come il famoso zio, il maestro Donato Renzetti, celebre compositore e direttore d’orchestra, Renzetti era originario di Torino di Sangro, ma frentano di adozione. Per un lungo periodo ricoprì l’incarico di dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Lanciano, per il quale aveva progettato e diretto diversi importanti lavori pubblici, tra i quali il rifacimento di piazza Plebiscito con il percorso sotterraneo, il restauro della chiesa di San Francesco e il recupero del Polo Museale Santo Spirito. Appassionato di storia e grande conoscitore del mondo della musica, di recente aveva donato all’associazione “Amici della Musica” opere e spartiti originali di suo zio Luigi Torrebruno, primo direttore artistico dell’Estate Musicale Frentana. Scrisse anche diversi e interessanti libri, tra i quali “Il recupero del monastero celestiniano Santo Spirito di Lanciano museo della città”, “La chiesa di S. Francesco santuario del miracolo eucaristico nel quartiere borgo a Lanciano”, “Il feudo e il castello di Septe” e “Immagini dal silenzio. Storia, monumenti e architetture del cimitero di Lanciano”. Nell’anno 2000 ricoprì anche la prestigiosa figura del Mastrogiurato.

I funerali si svolgeranno domani, martedì 29 agosto alle ore 16, nella chiesa parrocchiale di Olmo di Riccio a Lanciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *