Pescara: rapine in farmacie, due arresti

Sarebbero gli autori di 4 rapine in farmacie di Pescara, avvenute tra il 9 e il 20 agosto scorso. Le indagini della polizia hanno portato a individuare i presunti autori, identificati in Alessandro Di Rosa, 37 anni, pregiudicato, e Vincenzo Camplone, di 52, entrambi di Pescara.  I colpi erano stati messi a segno della farmacia Di Giamberardino, Zenobii e alla Farmacia della Tiburtina. Indagato un terzo complice,  coinvolto nella prima rapina. Di Rosa e Camplone sono agli arresti domiciliari.

I carabinieri della Carabinieri della Compagnia di Ortona e della Stazione di Miglianico, hanno tratto in arresto per violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale, D.D.G., 34anni, pregiudicato di Miglianico, che era sottopost  alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Miglianico e di permanere presso la propria abitazione durante le ore notturne. Il giovane, però, nella notte tra domenica e lunedì, si è allontanato ingiustificatamente per sottrarsi ai controlli di routine. Rintracciato dai militari dell’Arma soltanto nel pomeriggio di ieri, è stato fermato e  dopo le formalità di rito, è stato tradotto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *