Bracco (SI): “Perchè è ancora chiuso il canile sanitario di Lanciano”

“A tre mesi da quell’inaugurazione come sta operando il canile sanitario di Lanciano?”

E’ l’interrogativo che si pone il Consigliere regionale Leandro Bracco, che in proposito ricorda: “Giovedì primo giugno scorso. Villa Martelli di Lanciano. L’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci dichiara: ‘Il canile sanitario era un’opera attesa da oltre un decennio. Finalmente giunge a compimento. Rispetto a tutto ciò che riguardava la salute animale, vi erano diversi problemi nella provincia di Chieti e oggi vengono affrontati e, direi, abbastanza anche risolti, con un’inaugurazione molto importante di una struttura che prevede un percorso vero e proprio che secondo me è significativo. L’inaugurazione vuol dire che può partire il funzionamento immediato. Vi era l’unico punto riguardante la linea telefonica che mi sembra finalmente concluso’. Parole pronunciate da Paolucci davanti al gotha della politica e della sanità chietine; oltre allo stesso Paolucci, erano presenti il direttore generale dell’Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Pasquale Flacco, il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, rappresentanti dell’amministrazione comunale lancianese e il direttore del Dipartimento prevenzione, Giuseppe Torzi. Oggi i cancelli sono chiusi, le saracinesche abbassate e di conseguenza nessuna persona sta lavorando nella struttura – sottolinea Bracco – Tutto fermo. Tutto out. Mi chiedo per quale motivo la collettività debba ricevere notizie inesatte. Qual è stato il significato di una inaugurazione se poi si sapeva che il canile sanitario non sarebbe stato operativo per diverso tempo?. Il canile sanitario stesso – evidenzia Bracco – eroga servizi di cattura di cani randagi e copre tutti i 104 Comuni della provincia di Chieti. Inoltre, nella struttura è anche presente un gattile e un canile contumaciale che viene utilizzato per quei cani che rappresentano un pericolo per la pubblica incolumità. Il canile sanitario di Lanciano è un centro di raccolta, diagnosi e cura dei cani e il servizio che offre è, fra gli altri, quello di pronto soccorso per quei cani che abbiano subìto incidenti”. Alla luce di tutto ciò – rileva il Consigliere regionale – e al di là di tagli di nastro, strette di mano, pacche sulle spalle e presunti problemi di linea telefonica risolti, chiedo formalmente a Silvio Paolucci di fornire tempi certi circa l’inaugurazione reale dell’importantissima struttura veterinaria frentana. La buona politica – conclude Leandro Bracco – implica serietà e la serietà non può prescindere che alle parole non seguano i fatti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *