Scossa nella Marsica: l’INGV attivata una nuova struttura

Scuole chiuse ad Avezzano, Capistrello, Canistro, Celano, Castellafiume, Civita d’Antino, Civitella Roveto, Morino, Scurcola Marsicana e Tagliacozzo e paura nella popolazione dopo la scossa di  di magnitudo 3,9 registrato alle 21.58 di ieri sera nella Marsica. Il movimento tellurico ha portato molta gente a lasciare le case e a trascorrere la notte all’aperto. Il fenomeno è ora all’esame dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che ha attivata una nuova struttura. Secondo gli esperti, non ci sarebbe nessun legame con gli eventi ultimi che hanno colpito il Centro Italia. Le attenzioni sono concentrate a capire se si è presenza dell’attivazione di una nuova faglia in una delle zona più sismiche d’Italia.