L’ultimo saluto di Lanciano a Pino Valente

Ha disceso per l’ultima volta la scalinata di Palazzo di Città, dove aveva portato le sue battaglie politiche, sostenute con coraggio e determinazione. Fuori del Salone d’Onore della Casa di Conversazione, dove ieri pomeriggio è stata allestita la camera ardente, tanti cittadini per tributare l’ultimo saluto a Pino Valente. Un lungo, sentito e commosso applauso ha accompagnato il percorso della bara fin la Cattedrale della Madonna del Ponte. Il feretro, sorretto a spalla dal fratello e dei fedelissimi di sempre di Progetto Lanciano, preceduto dal Gonfalone della Città, ha percorso pochi metri prima di raggiungere il tempio dedicato alla Protettrice di Lanciano, stracolmo. In piazza Plebiscito, il luogo dove Pino, il vice sindaco, s’incontrava con la gente, l’ascoltava e prendeva a cuore i loro problemi, tanti altri lancianesi commossi, provati dalla scomparsa del politico, dell’amministratore ‘amico’  e dalla lotta che ha dovuto sostenere in questi mesi prima di arrendersi. Dietro il feretro i famigliari, l’intera amministrazione comunale della città, i sindaci dei comuni limitrofi, amministratori provinciali, regionali. Soprattutto tanta gente che ha sentito il dovere di partecipare per ringraziare, per l’ultima volta, chi ha amato Lanciano e l’ha messa sempre al primo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *