Valentina Valentini al Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova

Il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova aderisce alla tredicesima giornata del contemporaneo indetta dall’AMACI, giornata che quest’anno cade sabato 14 ottobre.

Per le ore 18.00  il Museo organizza una conferenza di Valentina Valentini, docente di  Arti Performative e Arti Elettroniche e Digitali presso il dipartimento di Storia dell’ Arte e Spettacolo dell‘Università “La Sapienza” di Roma; le sue ricerche comprendono il campo delle interferenze tra teatro, arte e i nuovi media ed ha curato la prima monografia del grande videoartist italoamericano Bill Viola, recentemente celebrato a Palazzo Strozzi a Firenze con una importante personale: Bill Viola. Rinascimento elettronico.

Proprio dalla monografia curata da Valentini prende il titolo la conferenza del 14 ottobre: Vedere con la mente e con il cuore: i percorsi di Bill Viola.

“La visione di questo artista è distante dalle estetiche ciniche postmoderniste. Il compito dell’artista è di trasformare il mondo, anziché duplicarlo, connettere l’individuale ad un tutto che lo comprende, in cui l’uomo e la natura, la vita e la morte fanno parte di un ciclo vitale, qualcosa che si trasforma incessantemente.” sostiene la Valentini.

A seguire sarà possibile vedere quello che forse rimane il capolavoro dell’artista, comunque un punto estremamente significativo del suo percorso e ormai un “classico” della videoart: Reflecting pool (1977/79), opera recentemente acquisita dal Museo.

In questo semplice video, su un solo schermo, l’apparente ovvietà della visione di un uomo che si tuffa in acqua diventa invece un enigmatico evento dove proprio l’acqua con i suoi riflessi e la sua essenza mutevole risulta il vero medium ottico, metaforico e simbolico dell’esistenza dell’uomo.