XXV Convention Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche in Abruzzo

“A 8 anni dal terremoto de L’Aquila, a 9 mesi esatti da Rigopiano, le Guide Ambientali Escursionistiche di tutta Italia arriveranno in massa in Abruzzo, per il rilancio. Sarà l’Abruzzo a ospitare il XXV Meeting Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane. Da quel territorio rilanceremo un forte messaggio alle istituzioni di maggiore sensibilità verso il turismo ambientale che per l’Italia sta diventando sempre più importante. Entreremo nel cuore del Parco Nazionale dell’Abruzzo e lo faremo anche con straordinarie escursioni, lungo sentieri e versanti a 9 mesi da Rigopiano. Saremo nella zona Marsicana andando alla ricerca dell’Orso, anche di notte e la stampa potrà farlo con noi. Vedremo l’Abruzzo oggi e lo faremo anche nell’aquilano. Sarà Civitella Alfedena a ospitare workshop con presenze di esperti internazionali nel campo dell’Interpretazione Ambientale, della geomorfologia, dell’escursionismo”.

Lo ha annunciato Stefano Spinetti, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche.

Ben 25 workshop, rivolti alle 3500 Guide di tutte e 20 le regioni italiane, con 60 relatori. L’Abruzzo sarà il grande protagonista della XXV Convention Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche.

Le guide arriveranno a piedi e in bicicletta da tutta Italia come ad esempio dalla Riviera Romagnola, mentre altre percorreranno a piedi centinaia di chilometri.

Proverranno anche dai territori colpiti dal sisma, dal Gran Sasso e Monti della Laga, ma dal Parco dei Monti Simbruini, dal Parco Nazionale della Majella.

“E’ un evento che abbiamo fortemente voluto. La realtà AIGAE – ha dichiarato Antonio Carrara, Presidente del Parco Nazionale dell’Abruzzo – è una bella realtà con tanti giovani che lavorano in questo campo, persone preparate ed entusiaste, sarà un grande momento di formazione, di festa e di rilancio ulteriore”.

In Abruzzo gli esperti internazionali di Interpretazione Ambientale pronti a portare l’esperienza dei Parchi degli Stati Uniti. Il paesaggio italiano ritratto da Leonardo e da grandi artisti internazionali non può non essere interpretato.

“Dall’Abruzzo potrebbe partire una nuova epoca per il territorio italiano. Siamo convinti che l’Interpretazione Ambientale possa essere molto importante per la tutela del territorio italiano. In Abruzzo – ha proseguito Spinetti – ci saranno tre grandi esperti di fama mondiale come John Veverka, docente della Columbus University, Tracey Gage, direttore della Interpretive Guides Association (Canada) e Amy Lethbridge, Presidente Nazionale delle Guide degli Stati Uniti nel campo dell’Interpretazione Ambientale. Avremo anche Gilberto Pambianchi, Presidente Nazionale dei Geomorfologi Italiani.

Nata come attività di guida e accompagnamento dei visitatori all’interno dei parchi nazionali americani e ampiamente diffusa nel mondo anglosassone, la Heritage Interpretation, Interpretazione del Patrimonio, è oggi una disciplina affermata in molti Paesi, che si avvale di specifiche metodologie comunicative e didattiche per guidare il pubblico alla scoperta e all’interpretazione di tutte le risorse e i siti del patrimonio.

In Abruzzo analizzeremo le caratteristiche e l’evoluzione di questa disciplina a oggi, al fine di indagare i fondamenti autenticamente educativi di una prassi e di una metodologia che potrebbe offrire all’Italia, alle aree protette, ai musei e ai siti che insieme compongono il nostro patrimonio uno strumento innovativo capace di rispondere ai bisogni di svago, emozione e apprendimento del pubblico.

Inoltre, si accenneranno ai differenti stili e “correnti di pensiero” con particolare riguardo alla “scuola americana” che si avvia ad allacciare accordi e legami con Aigae, al fine di instaurare e codificare un “metodo Aigae” da utilizzare quale strumento per l’evoluzione della Guida Ambientale Escursionistica e di tutti gli attori che vorranno abbracciare la disciplina dell’Heritage Interpretation. Siamo convinti che l’Interpretazione di un paesaggio, di un territorio italiano ritratto da Leonardo e al quale si sono ispirati artisti di tutto il mondo possa essere una tecnica importante per la sua tutela”.

E le Guide Ambientali Escursionistiche metteranno subito in campo l’Interpretazione Ambientale dal vivo con ben 3 escursioni nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo. Si andrà lungo i versanti delle zone più significative, lo si farà di mattina e nel cuore della notte. Venerdì 27 Ottobre, tutti alla ricerca dell’Orso, poi alle 21 toccherà ai Gufi e ancora Domenica 29 Ottobre ben tre escursioni pomeridiane durante le quali vedremo il Lago Vivo e ancora la valle della Camosciara, il primo nucleo di quel Parco Nazionale d’Abruzzo nato nel 1923, un vero anfiteatro roccioso, dove c’è la Riserva Integrale del Parco. Tutto in contemporanea a un’altra escursione interpretativa che invece porterà alla scoperta del territorio naturale di Civitella Alfedena a pochi chilometri da L’Aquila.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *