Astronomia: il 16 ottobre al GSSI de L’Aquila l’annuncio di una nuova scoperta

Lunedì prossimo, 16 ottobre gli scienziati da tutto il mondo discutono di nuovi sviluppi nell’astronomia gravitazionale. Si tratta degli scienziati che rappresentano LIGO, Virgo e circa 70 osservatori scientifici riveleranno nuovi dettagli e scoperte nella ricerca sulle onde gravitazionali.

L’evento, che si svolgerà dal National Science Foundation alle ore 10 EDT (16.00 ora italiana) presso il National Press Club di Washington, DC., inizierà con una panoramica sui nuovi risultati di LIGO-Virgo e sui partner internazionali, seguita da dettagli sui telescopi che lavorano nella Collaborazione LIGO – Virgo per studiare eventi estremi nel cosmo.

La prima rilevazione delle onde gravitazionali, effettuata il 14 settembre 2015 e annunciata l’11 febbraio 2016, è stata una pietra miliare per la fisica e l’astronomia: ha confermato la grande previsione della teoria generale di relatività di Albert Einstein del 1915 e ha segnato l’inizio del nuovo campo dell’astronomia, quello delle onde gravitazionali. Da allora, sono state effettuate tre rilevazioni ulteriori, una delle quali (annunciata recentemente) è stata la prima conferma della misura congiunta dei tre rilevatori LIGO e Virgo.

Gli articoli pubblicati in cui si annunciavano la prima, la seconda e la terza rilevazione di LIGO sono stati citati più di 1.700 volte (totale), secondo i riferimenti di Web of Science. Un quarto documento sull’osservazione dei tre rilevatori è stato pubblicato il 6 ottobre; un manoscritto è stato reso pubblico il 27 settembre.

Sarà possibile seguire le nuove scoperte dall’Aula Magna del GSSI, a L’Aquila, dalle ore 15.30.

I ricercatori offriranno brevi commenti di apertura nel corso dei due panel previsti.

Anche questa volta il GSSI è in prima fila tra i partner mondiali. Alla conferenza in diretta mondiale che si terrà a Washington, l’unico speaker ufficiale del panel proveniente dall’Italia sarà la ricercatrice del GSSI Marica Branchesi. Membro della collaborazione VIRGO dell’INFN, Marica rappresenterà il Paese e il Gran Sasso Science Institute in questa prestigiosa occasione.

Il programma prevede il collegamento alle 10:00 a.m. (ora americana). Moderatore: France Córdova, Director of the National Science Foundation e vedrà la partecipazione di David Reitze, Executive Director, LIGO Laboratory/Caltech, David Shoemaker, Spokesperson, LIGO Scientific Collaboration/MIT, Jo van den Brand, Spokesperson, Virgo Collaboration/Nikhef, VU University Amsterdam, Julie McEnery, Fermi Project Scientist, NASA’s Goddard Space Flight Center, Marica Branchesi, Virgo Collaboration/Gran Sasso Science Institute, Italy, Vicky Kalogera, Astrophysicist, LIGO Scientific Collaboration/Northwestern University.

Alle 11:15 am (ora americana), con moderatore: Jim Ulvestad, NSF Assistant Director (Acting) for Mathematical and Physical Sciences, interverranno Laura Cadonati, Deputy Spokesperson, LIGO Scientific Collaboration/Georgia Tech; Andy Howell, Staff Scientist at Las Cumbres Observatory/UC-Santa Barbara; Ryan Foley, Assistant Professor of Astronomy and Astrophysics, University of California-Santa Cruz; Marcelle Soares-Santos, Research Associate, Fermi National Accelerator Laboratory/Brandeis University; David Sand, Assistant Professor in Astronomy, University of Arizona; Nial Tanvir, Professor of Astrophysics, University of Leicester, UK; Edo Berger, Professor of Astronomy, Harvard University; Eleonora Troja, Research Scientist at NASA Goddard Space Flight Center/University of Maryland; Alessandra Corsi, Assistant Professor, Department of Physics and Astronomy, Texas Tech University.