Appuntamenti in Abruzzo

Si svolgerà giovedì 26 ottobre, alle ore 19, presso il museo della civiltà contadina della struttura ricettiva comunale LAE’ Pomaro a Roccamontepiano, la presentazione del volume “Piccole Italie” con l’autore Enrico Borghi. All’iniziativa interverranno Adamo Carulli in qualità di sindaco di Roccamontepiano, il Dott. Donato Di Matteo assessore regionale ai  parchi e alla montagna, il Dott. Lorenzo Berardinetti, presidente della 3^ commissione consigliare Regione Abruzzo e l’On.Enrico Borghi Deputato e autore del libro. L’evento, organizzato dall’UNCEM regionale e dal Comune di Roccamontepiano sarà anche da stimolo per focalizzare l’attenzione sulla recente approvazione in Parlamento della cosiddetta “legge salva borghi”. La disposizione normativa, di cui si discute da anni, è arrivata alla sua approvazione definitiva. Essa comporta aiuti concreti per i piccoli centri che non superano i cinquemila abitanti. Tra i provvedimenti previsti un fondo di 100 milioni di europer  finanziare investimenti (10 milioni per l’anno 2017 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2018 al 2023). La legge, in sintesi, sostiene e valorizza le piccole comunità che promuovono lo sviluppo sostenibile economico, sociale, ambientale e culturale dei piccoli comuni. Le misure di sostegno sono rivolte anche ai cittadini che vi risiedono e che svolgono attività produttive in queste aree. Inoltre i paesi oggetto di questi benefici devono essere comuni collocati in aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico, oppure caratterizzati da marcata arretratezza economica. Influiscono anche sui criteri di aiuto il decremento della popolazione residente e le condizioni di disagio insediativo. Il ddl prevede la possibilità di individuare, all’interno dei centri storici, le zone di particolare pregio dal punto di vista dei beni architettonici e culturali da riqualificare con interventi, pubblici e privati, che rispettino le tipologie delle strutture originarie. La legge consente anche ai comuni di acquisire e riqualificare immobili per contrastare l’abbandono di terreni e di edifici e di stipulare intese per il recupero di case cantoniere e di stazioni ferroviarie non più utilizzate. I piccoli comuni potranno anche concordare convenzioni con le diocesi della Chiesa cattolica e con le rappresentanze delle altre confessioni religiose che hanno concluso intese con lo Stato per la salvaguardia e il recupero dei beni culturali, storici, artistici e librari degli enti ecclesiastici o degli enti delle confessioni religiose civilmente riconosciuti. Il testo stabilisce che alle aree dei piccoli comuni per le quali non vi è interesse da parte degli operatori a realizzare reti di connessione veloce e ultraveloce possono essere destinate le risorse previste dal piano per la banda ultralarga del 2015. Nei piccoli comuni è consentito il ricorso alla rete telematica gestita dai concessionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli per favorire il pagamento di imposte e tributi. Si riconosce anche la facoltà di stipulare apposite convenzioni con le organizzazioni di categoria e con la società Poste Italiane Spa perché pagamenti di imposte comunali e vaglia postali possano essere effettuati negli esercizi commerciali di comuni o frazioni non serviti dal servizio postale. Obiettivo del testo è anche quello di facilitare l’istruzione nelle aree rurali e montane, in particolare per quanto riguarda il collegamento delle scuole, l’informatizzazione e la progressiva digitalizzazione delle attività didattiche e amministrative. I piccoli Comuni potranno anche promuovere il consumo e la commercializzazione dei prodotti agroalimentari provenienti da filiera corta o a chilometro utile, ovvero quelli il cui luogo di produzione, di coltivazione o di allevamento della materia prima sia situato entro 70 chilometri da quello di vendita e per i quali è dimostrato un limitato apporto delle emissioni inquinanti derivanti dal trasporto. Il testo prevede anche che i piccoli Comuni destinino specifiche aree per la realizzazione dei mercati agricoli per la vendita diretta. La legge promuove anche l’intesa tra Governo, Associazione nazionale dei comuni italiani (l’ANCI), Federazione italiana editori giornali e i rappresentanti delle agenzie di distribuzione della stampa quotidiana perché la vendita dei giornali sia assicurata anche nei piccoli comuni. Il testo prevede anche che ogni anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, d’intesa con l’Associazione nazionale dei Comuni italiani, le Regioni e le Film Commissions regionali, predisponga iniziative per la promozione cinematografica anche come mezzo per una valorizzazione turistica e culturale.  Infine è prevista l’istituzione la facoltà di istituire, anche in forma associata, centri multifunzionali per fornire servizi in materia ambientale, sociale, energetica, scolastica, postale.

Teramo, incontro con la scrittrice Maria Pia Ammirati

La Sezione Teramo FIDAPA BPW Italy  organizza,  per venerdì 27 ottobre alle ore 18, nella Sala dell’Archivio di Stato in via Cesare Battisti 55, a Teramo, un incontro con la scrittrice Maria Pia Ammirati, Direttore di RAI Teche, che presenterà il suo ultimo romanzo “Due mogli – 2 agosto 1980”. Seguirà un dibattito sul tema: “Rai Teche: memoria e immaginario tra creatività, innovazione e progresso”, moderato dal giornalista del quotidiano “La Città” Simone Gambacorta. Interverranno: Maurizio Brucchi, sindaco di Teramo, Luciano Monticelli,  Responsabile Cultura Regione Abruzzo, Renzo Di Sabatino, Presidente Della Provincia di Teramo, Stefania Nardini, Presidente del Soroptimist Club di Teramo, Luciano D’Amico, Magnifico Rettore dell’Università di Teramo, Carmela Di Giovannantonio, Direttore dell’Archivio di Stato di Teramo, Filippo Lucci, Presidente nazionale dei Corecom italiani, Manola Di Pasquale, Presidente IZS di Teramo, Moreno Fieni, Presidente Consozio Bim, Franca Di Carlo Giannella, Presidente dell’associazione Genius Loci, Piero Chiarini, Presidente dell’associazione Teramo Nostra, Teresa Speca, Presidente Unesco Club Teramo, Laura De Berardinis, Presidente Sezione Teramo FIDAPA BPW Italy.

Al Fenaroli di Lanciano spettacolo teatrale “Queste è lu tempe de mò”

In attesa di festeggiare nel 2018 i primi 35 anni di attività, l’Associazione Culturale “Il Ponte” propone, in anteprima lo spettacolo teatrale “Queste è lu tempe de mò”, in programma domenica 29 ottobre 2017 alle ore 17,30 presso il Teatro Fenaroli di Lanciano. In realtà non si tratta di un nuovo lavoro teatrale, ma della ripresa della commedia dialettale di Leonello Marino con la quale l’Associazione inaugurò nel 1983 la propria attività. “Questa idea – commenta Carmine Paolini, Presidente dell’Associazione Il Ponte – è stata proposta dal Consiglio Direttivo come un modo per celebrare la nostra storia che, proprio da questa commedia, ha avuto origine. Credo di non peccare di presunzione nell’affermare che Il Ponte può essere definita un’Associazione storica di Lanciano, non perché ha sulla carta 35 anni di vita, ma perché in questo periodo non ha mai fatto mancare, annualmente, la produzione di uno spettacolo teatrale, spaziando dal dialettale al sacro, dalla commedia alla tragedia, dal musical al recital. A ciò si sono aggiunti, sempre negli anni, importanti appuntamenti come il Presepe Vivente ed il Premio Nazionale Madonna del Ponte, Regina del Popolo Frentano”. “Non posso nascondere – aggiunge Carmine Marino, direttore artistico de Il Ponte, nonché figlio dello scomparso autore della commedia – che la messa in scena di Queste è lu tempe de mò mi emoziona per il ricordo del mio papà, ma allo stesso tempo mi rallegra perché può essere oggi riproposto grazie ad uno splendido gruppo di amici che amano il teatro e, attraverso esso, formano una bella famiglia. Sarà certamente, come già nel 1983, uno spettacolo che coinvolgerà il pubblico per la sua genuina comicità che abbiamo lasciata immutata, pur avendo rivisitato il testo aggiornandolo dell’ambientazione”. Ma cosa bolle in pentola per la celebrazione dei 35 anni di attività? “Preferiamo non anticipare nulla – risponde il presidente Paolini – ma comunicare che ci sarà una “svolta” per la nostra Associazione il cui impegno l’ha portata ad essere invitata come protagonista in un più ampio progetto a livello nazionale dove, ovviamente, porteremo alto il nome della nostra città”. La prevendita dei biglietti per lo spettacolo di domenica pomeriggio si effettua presso Partymania in Via Monte Grappa 11 a Lanciano.

Premio “Tilde Lametti” al Prof Ettore Cianchetti

Sigla quest’anno la terza edizione il premio “Tilde Lametti”, istituito a Lanciano dall’allora presidente del CIF (Centro Italiano Femminile, movimento di ispirazione cattolica) Lucia Ianiro per ricordare la figura di Tilde Lametti, donna colta e impegnata che ha precorso i tempi. Il premio è destinato a figure che con il loro talento, la loro capacità, il loro lavoro nel campo sociale e umanitario, hanno contribuito e contribuiscono a rendere grande il Paese. La prima edizione ha visto sul palco della Sala convegni del Polo Museale, Filomena Pietrantonio, originaria di Lanciano e cofondatrice della sezione italiana di “medici senza frontiere”. Lo scorso anno il prestigioso riconoscimento è andato alla sociologa Eide Spedicato, docente all’Università D’Annunzio, sono noti e apprezzati i suoi numerosi scritti sul mondo femminile. Quest’anno, invece, sarà un uomo a ricevere il premio Tilde Lametti, un uomo che ha grande cura e attenzione per le donne e ne ha salvate molte. S tratta del prof Ettore Cianchetti, direttore del dipartimento di Chirurgia generale ad indirizzo senologico dell’ospedale Bernabeo di Ortona, professore associato del dipartimento di Scienze mediche, orali e biotecnologiche di Chirurgia generale e Clinica Chirurgica dell’Università D’Annunzio. Ma al di là dei titoli che potrebbero continuare visto il curriculum del Prof Cianchetti, quello che conta e che il CIF di Lanciano, presieduto ora da Cesira Verì, vuole mettere in risalto, è l’impegno quotidiano che l’illustre chirurgo ha nella sua battaglia contro il tumore al seno, puntando prima di tutto sulla prevenzione. E parlerà proprio dell’importanza di effettuare screening ed esami con la sua relazione “La prevenzione del tumore alla mammella dalla genetica alla epigenetica”. Non solo dunque la consegna, seppur significativa, di un premio ma è anche l’occasione di ascoltare un intervento qualificato su un argomento che purtroppo ha riguardato e riguarda tante famiglie, tante donne. Sarà presente anche Patrizia Bonora, presidente dell’associazione Gaia che da anni si adopera per supportare le donne nel difficile percorso chemioterapico e chirurgico. Molti forse ricordano che fu proprio questo sodalizio a promuovere una raccolta di firme contro il ventilato declassamento del reparto di senologia di Ortona. E’ prevista anche la rappresentanza di un’altra associazione, ISA, nata per volontà del prof. Cianchetti e di un gruppo di persone, con competenze diverse ma con un obiettivo comune, avvicinare le persone a un corretto stile di vita. Il Premio “Tilde Lametti” si terrà venerdì prossimo 27 ottobre, con inizio alle 16.30, nel salone della Casa di Conversazione di Lanciano. Insieme alla Presidente Cesira Veri e al Prof Ettore Cianchetti, ci saranno la presidente regionale del CIF Franca Peluso Aloisi, l’assessore alla Sanità Silvio Paolucci, il Sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo. Moderatrice dell’incontro la giornalista Rai Maria Rosaria La Morgia.

Gli appuntamenti del weekend di Music Force

Tutto pronto per il weekend firmato Music Force. Diverse proposte musicali, curate dalla direzione artistica di Emanuele La Plebe, allieteranno questo fine settimana nei locali più frequentati di Chieti e Pescara e anche fuori regione. Si partirà domani sera 26 ottobre con i Terzacorsia che si esibiranno Alle Botti di Montesilvano (Pe), venerdì 27 ottobre ci saranno i concerti dei Dookies, tribute band dei Green Day al The Hostel di Chieti Scalo, gli Oltretutto, cover band di Ligabue al Grand Canyon di Pescara e sempre i Terzacorsia al Murphy’s Pub di Silvi (Te). Sabato 28 invece sarà la volta del tributo a Lucio Dalla Work in Progress che si esibirà al The Hostel di Chieti Scalo, di Jamiroplay (cover band di Jamiroquai) che salirà sul palco del Fuoricorso a Chieti Scalo e dei Kom, cover band di Vasco Rossi che parteciperà all’Octoberfest al Porto Turistico Marina di Pescara. Mentre gli appuntamenti fuori regione saranno i seguenti: i Kinky People, tributo a Bob Marley, che si esibiranno sabato 28 all’House of Music di Rimini e Work in Progress, tributo a Lucio Dalla che calcherà il palco sempre dell’House of Rock di Rimini domenica 29 ottobre. Un evento rock e fuori dagli schermi questo sabato 28 ottobre al Loft 128 di Spoltore (PE) ore 22.30, sul palco andrà in scena il tributo ai Red Hot Chili Peppers più longevo d’Abruzzo. Con più di 500 date alle spalle, e quasi tutta la penisola esplorata i Reddot torneranno nel Live Club che più volte li ha ospitati in questi anni di musica dal vivo. Sarà questa l’occasione per festeggiare il decimo anniversario del gruppo ormai nato nel maggio 2007 con l’iniziale nome di Psychedelic Sex-Funkband from Heaven (abbreviato in PSFH). Consensi positivi da parte del pubblico, critici musicali e musicisti affermati hanno fatto si che la band continuasse ad esibirsi e ad omaggiare i peperoncini in giro per l’Italia fino ad oggi. La line up ufficiale, ormai consolidata da qualche anno, vede Gigi Masucci alla voce, Gabriele Lanuto al basso elettrico, Valerio Camplone alla batteria e Davide Di Giovanni alla chitarra elettrica. Nel corso del concerto saliranno sul palco diversi ospiti, nonché amici della band, che nel corso di questi dieci anni hanno preso parte alla formazione ufficiale per brevi periodi e senza i quali il longevo traguardo sarebbe stato impossibile. Nella ormai consolidata cornice live del Loft 128 si prospetta non solo una bella serata carica di rock, ma anche una vera e propria festa in occasione di un obiettivo dal raggiungimento non sempre scontato.