Maiolica rubata 40 anni fa restituita dai Carabinieri al Comune di Castelli

Era stata rubata ne 1977, cioè 40 anni fa. Oggi, i Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, restituiranno al Comune di Castelli una maiolica del XVIII secolo, raffigurante San Girolamo. L’opera è stata individuata dagli uomini della Sezione Elaborazione dati del TPC durante il controllo di un catalogo di una casa d’aste della provincia di Viterbo. I militari, con il fondamentale ausilio della Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, sono riusciti a dimostrare che la maiolica messa in vendita era quella rubata nell’agosto del 1977. Le indagini svolte in collaborazione con gli altri nuclei Tpc di Roma, Palermo e della Compagnia di Teramo, hanno permesso di identificare l’ultimo possessore dell’opera, un ignaro compratore siciliano che l’aveva acquistata all’asta insieme ad altri oggetti d’arte. L’autorità giudiziaria siciliana, informata della provenienza illecita, ha emesso un decreto di sequestro del bene, successivamente consegnato al Comune di Castelli, dalla magistratura di Viterbo, divenuta, nel frattempo, titolare delle indagini per competenza territoriale, poichè la maiolica era stata posta in vendita in quella provincia. Gli approfondimenti degli investigatori hanno consentito di accertare che l’opera era stata portata all’asta dai figli di un donna che aveva lasciato in eredità vari beni, tra cui la maiolica rubata. Le indagini proseguono. Infatti i carabinieri stanno indagando su altre opere rubate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *