FCA Plastics Unit di Atessa, i Cobas proclamano lo sciopero

Uno sciopero come forma di difesa. Questo il senso dello stato di agitazione proclamato dai Cobas alla FCA Plastics Unit di Atessa. Ad annunciarlo in un comunicato Domenico Ranieri, del Cobas del Lavoro Privato di Chieti. Lo sciopero, che sarà scaglionato per l’intero turno notturno con inizio alle ore 22 di domenica 5 e 19 novembre per l’intero turno di mattina con inizio alle ore 6 di sabato 11, 18, 25 novembre e 2 dicembre, riguarda la politica aziendale di aumento dello sfruttamento e di utilizzo sfrenato degli straordinari l’aumento dell’occupazione e contro la riduzione dei posti di lavoro sulle linee.

“In Sevel il problema viene ‘risolto’ con gli interinali chiamati a lavorare il fine settimana: una soluzione che anch’essa non ci piace, perché divide i lavoratori, e noi non vogliamo essere suddivisi tra chi deve faticare di più e chi meno, tra chi ha teoricamente più diritti e chi deve invece chinare la testa. La nostra salute, la qualità del nostro lavoro, la nostra stessa dignità non possono essere derisi e soverchiati dalle pretese aziendali di essere sempre e comunque a disposizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *