Vivibilità e qualità della mobilità, 23 milioni di euro alle 4 province

La Regione Abruzzo, attraverso il Por Fesr 2014-2020 – asse VII, ha destinato 23 milioni di euro alla realizzazione di 4 progetti di sviluppo urbano sostenibile. I progetti presentati mirano a migliorare la vivibilità e la qualità della mobilità nei 4 capoluoghi di provincia abruzzesi (Pescara, L’Aquila, Teramo e Chieti) in base a una Strategia urbana sostenibile (Sus).

La ripartizione delle risorse – cui si sommerà una premialità di compartecipazione minima del 20% – prevede l’assegnazione di fondi ai Comuni di Pescara (6.900.000 euro), Chieti (6.210.000 euro), all’Aquila (5.290.000 euro) e Teramo (4.600.000 euro); la compartecipazione di ciascun Comune farà lievitare il totale dei fondi investiti a 29.772.651,01 euro. Con i fondi erogati saranno effettuati interventi a infrastrutture esistenti, per il rinnovo del materiale rotabile, riqualificazione dei poli di attrazione per attrarre visitatori e soprattutto l’acquisto di strutture per l’utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale.

Con le risorse assegnate saranno acquistati 133 antenne wi-fi e sensori di rilevamento dell’inquinamento atmosferico, e 33 autobus elettrici per favorire la riduzione dell’emissione di carbonio; realizzati 60 km di percorsi TPL “intelligenti”; acquistate 60 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici; realizzati interventi mirati alla tutela dei poli di attrazione culturali e ambientali (a Pescara sarà realizzata la pista ciclabile nella pineta dannunziana; all’Aquila è prevista la ristrutturazione dell’ex Zecca; a Chieti sarà recuperato l’ex mercato ittico; a Teramo sarà riqualificato l’ex mercato del centro storico).

“Con queste misure abbiamo deciso di aiutare le quattro città capoluogo della nostra regione, è la prima volta che avviene in Abruzzo – ha esordito il presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso. Questi interventi riguardano soprattutto la mobilità sostenibile: acquistiamo nuovi vettori moderni per il trasporto pubblico, creiamo nuovi spazi per l’accoglienza, l’informatizzazione della rete dei trasporti, nonché la valorizzazione del nostro patrimonio ambientale e culturale. E non per ultimo – ha osservato ancora il presidente – vogliamo che ci sia l’insediamento di una nuova cultura strategica delle città: penso ad alleanze o alla capacità di sviluppare le prossimità territoriali. Con questa misura, insomma, l’Abruzzo diventa regione più moderna ed europea”. Il presidente D’Alfonso, poi, chiede collaborazioni ai Comuni: “Dovranno lavorare intensamente, senza perdere tempo, produrre rendicontazioni tempestive e imprimere velocità all’azione amministrativa per evitare di perdere i fondi per lo sviluppo del territorio”.

I Comuni riceveranno, infine, un contributo di 40mila euro per la redazione dei Piani urbani per la mobilità sostenibile.