Tentato omicidio di Christian Cipressi, identificato un altro aggressore

Un’articolata attività investigativa del personale della II Sezione della Squadra Mobile della Questura ha consentito di identificare e deferire alla competente autorità giudiziaria un minore di 16 anni, risultato essere il terzo componente del gruppo che il 26 febbraio scorso, presso il locale “Bross” di Chieti Scalo, si è reso responsabile del tentato omicidio di Christian Cipressi.

Le complesse e articolate attività investigative si sono concentrate, oltre che su numerose testimonianze e individuazioni fotografiche, su una attenta ricostruzione dei fatti attraverso il monitoraggio di diverse utenze di telefonia mobile che, durante la notte del tentato omicidio e nei giorni a seguire, risultavano agganciare le celle telefoniche delle zone interessate dalle indagini.

L’azione investigativa ha così consentito di fare completa luce sull’accaduto, facendo anche emergere le responsabilità del minore nell’ambito dell’azione aggressiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *