Ruba in due supermercati, arrestata

Deruba due esercizi commerciali in pochi minuti, viene scoperta e arrestata dalla Polizia di Stato. E’ accaduto ieri quando una pattuglia è intervenuta presso il supermercato di via Gobetti, a seguito di una segnalazione di furto. I poliziotti della Squadra Volante visionavano tempestivamente i filmati delle telecamere riconoscendo come autrice del furto la 40enne pescarese Francesca Colangelo, pluripregiudicata, la quale aveva asportato merce del valore di oltre 150 euro occultandola in una borsa scura. La donna era poi scappata a bordo di un’autovettura condotta da un uomo. La Colangelo veniva riconosciuta anche perché pochi minuti prima si era resa responsabile di un altro furto ai danni un altro supermercato, in via Nicola Fabrizi, episodio per il quale era già stata denunciata in stato di libertà. Le pattuglie della Squadra Volante riuscivano a rintracciare tempestivamente l’autovettura in un parcheggio adiacente ad uno stabile abbandonato in via Tavo. Sul sedile lato passeggero, era presente la  Colangelo mentre un uomo alla vista dei poliziotti si allontanava dall’auto verso l’edificio “Ferro di Cavallo”. Prontamente raggiunto e bloccato dai poliziotti della Squadra Volante, l’uomo risultava essere un pescarese di anni 36 che dichiarava trovarsi in quel luogo per acquistare della sostanza stupefacente per uso personale. Immediati accertamenti di polizia giudiziaria permettevano di appurare che l’uomo in questione era stato complice della Colangelo, avendo condotto l’auto dopo l’ultimo furto. La Colangelo veniva sottoposta a perquisizione e trovata in possesso di parte della merce poco prima sottratta al supermercato di via Gobetti; pertanto la donna veniva tratta in arresto in flagranza di reato per furto aggravato. Il complice veniva denunciato in stato di libertà. 

Sempre ieri, in relazione all’Ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso in data il 2 novembre scorso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di L’Aquila, la polizia ha arrestato Davide Tiberii, pescarese, di 28 anni. Lo stesso deve espiare la pena di 1 anno, 11 mesi e 21 giorni di reclusione e 1 mese e 15 giorni di arresto, in quanto riconosciuto colpevole per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, rapina, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, commessi tra il 2008 ed il 2010, per i reati di danneggiamento e ricettazione, commessi il 12 agosto 2016. Dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione. L’esecuzione è stata eseguita da personale della Squadra Mobile.

Un altro provvedimento di esecuzione di pene concorrenti è stato eseguito nei confronti di Medoro Tavoletta, pescarese di 44 anni, che deve espiare la pena di 2 anni, 3 mesi e 28 giorni di reclusione e 1 mese 1 e 15 giorni di arresto, in quanto riconosciuto colpevole del reato di furto aggravato continuato. Dopo le formalità di rito, lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Pescara a disposizione della A.G. .

Infine, eseguito un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Pescara nei confronti di Silvana Di Rocco, 44 anni. La stessa deve espiare la pena di 1 anno 2 mesi 25 giorni di reclusione per un cumulo di pene. Dopo le formalità di rito, è stata accompagnata presso la propria abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *