Ai domiciliari rumeno che rubò nel Liceo Scientifico di Lanciano

A incastrali le impronte papillari grazie alle quali gli agenti della Sezione Investigativa del Commissariato di Lanciano sono riusciti a risalire agli autori del furto, avvenuto nella notte tra il 24 e il 25 maggio scorso, al Liceo Scientifico statale “Galileo Galilei”. Prove che hanno consentito al Procuratore Capo di Lanciano, Mirvana di Serio, di chiedere ed ottenere la misura cautelare agli arresti domiciliari al Gip del Tribunale, Massimo Canosa, eseguita ieri nei confronti di P.I., 25 anni, cittadino rumeno abitante a Napoli.

I provvedimento si è reso necessario in quanto il rumeno risulta pluripregiudicato per reati specifici e che per commettere il reato si è spostato dal luogo di residenza senza alcuna difficoltà. Per accedere all’interno della scuola e per commettere il furto sono stati procurati ingenti danni al liceo e gli autori, sprezzanti del pericolo hanno danneggiato suppellettili e perfino consumato bevande all’interno della scuola e fatto scritte sul muro per festeggiare l’impresa. Gli autori sono stati identificati permettendo alla Polizia di concludere una operazione importante in considerazione del fatto che negli ultimi mesi diverse scuole del comprensorio frentano sono state oggetto di furti con notevoli danni per la pubblica amministrazione.