Tutela dei risparmiatori, in Abruzzo operativa l’Associazione Nazionale “Dalla Parte del Consumatore”

Anche sul territorio abruzzese l’Associazione Nazionale “Dalla Parte del Consumatore”  prosegue la propria attività di tutela dei risparmiatori che hanno investito il proprio denaro in titoli Carichieti, Banca Marche, Carife e Banca Etruria.

Dopo la recente pronunzia che ha condannato la Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara e, quindi, la Banca Popolare Emilia Romagna quale Ente Ponte, a risarcire integralmente il danno patito da un risparmiatore pari all’intero importo dallo stesso investito in azioni della allora Banca Carife, si aprono nuovi ed importanti scenari per centinaia di risparmiatori.

“Sino a questo momento era stata data quasi per scontata l’esclusione di responsabilità delle nuove banche, create a seguito del default di Carichieti, Banca Marche, Carife, e Banca Etruria ora, invece, è stato dimostrato processualmente che così non è –  afferma l’avv. Emilio Graziuso dello staff dello Studio Legale Bomba, che sta analizzando da un punto di vista giuridico le posizioni di molti risparmiatori coinvolti nella vicenda di risparmio tradito -. E’ stato sancito giudizialmente, infatti, che i nuovi Istituto di credito rispondono di tutti i debiti delle vecchie banche, compresi quelli derivanti da vendita di azioni, purchè ovviamente si riscontrino, nelle singole fattispecie, casi di nullità o inadempimento contrattuale, quali, ad esempio, quelli derivanti dalla violazione delle norme del Testo Unico Finanziario e del Regolamento Consob”.

Per maggiori informazioni Associazione Nazionale “Dalla Parte del Consumatore” 347 – 0628721