Dal governo 13,4 milioni per recuperare 16 luoghi culturali dimenticati in Abruzzo

La commissione per la selezione degli interventi di cui al progetto “Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” ha concluso le proprie attività nella riunione del 15 dicembre selezionando queste 16 emergenze culturali per l’Abruzzo, per complessivi 13.402.783 euro:

castello di Rosciano: 2.000.000; Linea Gustav, Civitella Messer Raimondo: 1.500.000; Museo della Val Vibrata, Corropoli: 1.203.000; Abbazia di San Martino in valle, Fara San Martino: 1.200.000; Palazzo Cavacini, Castelfrentano: 1.190.694; Complesso museale e municipale, Loreto Aprutino: 1.099.089; Villaggio del fanciullo, Silvi: 1.000.000; Castello di Casoli: 840.000; Palazzo Castracane, Villa Santa Maria: 800.000; Complesso monumentale di San Giovanni in Venere, Fossacesia: 620.000; Centro museale e scuola di mosaico, Tornareccio: 500.000; Torre delle stelle, Aielli: 400.000; Palazzo Botticelli, Collelongo: 300.000; Chiesa di San Lorenzo, Civitella del Tronto: 250.000; Fontane storiche di Picciano: 150.000; Castello ducale di Crecchio: 35.000.

Il progetto “Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” è stato voluto da Palazzo Chigi per valorizzare siti storico-artistici poco conosciuti; a questo scopo il Governo ha messo a disposizione 150 milioni di euro. Tutti i cittadini hanno potuto segnalare all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare. In riferimento alle richieste pervenute, si segnala che i luoghi interessati sono stati 7.540, distribuiti in 3.197 comuni.