Spaccio di droga, smantellata organizzazione a Pescara

I carabinieri di Pescara hanno sgominato una organizzazione specializzata nello spaccio di droga. 150 uomini, con l’impiego di unità cinofile, hanno eseguito nelle ultime ore 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere (tre da eseguire9 e un provvedimento ai domiciliari. La banda aveva la sua base logistica nei quartieri San Donato e Rancitelli e  si sviluppava sfruttando due canali di rifornimento, dall’Albania e dalla Calabria. I provvedimenti sono stati firmati dal gip del Tribunale di Pescara Nicola Colantonio, su richiesta del pm Andrea Papalia.

Oltre due anni le indagini condotte dai carabinieri, che hanno permesso di smantellare l’organizzazione a capo della quale c’erano Elena e Dino Spinelli, di etnia rom. Nel corso delle perquisizioni eseguite sono stati sequestrati 1,5 Kg di droga, in massima parte cocaina (valore sul mercato circa un milione di euro) ma anche marijuana e hashish.

La gang contavano su una fitta rete di fiancheggiatori e vedette, che hanno consentito l’espansione dello spaccio in città.

Eseguite 28 controlli a Pescara, Montesilvano, Chieti e Francavilla, in Abruzzo, a Bari, Reggio Calabria, Roma, Napoli. 45 gli indagati, tra loro anche tre minori di 16 e 17 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *