A Città Sant’Angelo, incontro con l’ortopedico Giuliano Cerulli

Domani, alle ore 18, nel bellissimo Teatro Comunale di Città Sant’Angelo nel cuore del centro storico, si terrà un incontro con l’illustre ortopedico professor Giuliano Cerulli, dal titolo “Artrosi dell’anca: diagnosi ed innovazioni terapeutiche”.

Si tratta del terzo incontro in scaletta di Prendiamoci Cura di Noi, la seguita iniziativa di stampo medico dedicata alla prevenzione e alla informazione della cittadinanza, organizzata dall’Assessorato alla Sanità del Comune di Città Sant’Angelo e moderata dal giornalista Paolo Castignani.

Dopo l’incontro con il dottor Schips e con il dottor Staniscia, che hanno trattato rispettivamente le nuove tecnologie in urologia e del calendario delle vaccinazioni in Abruzzo, Prendiamoci Cura di Noi affronta in questo terzo incontro un tema di grande importanza e delicatezza e lo fa chiamando uno dei maggiori esperti specialisti della scienza ortopedica

Giuliano Cerulli è Direttore Scientifico dell’Istituto di Ricerca Traslazionale per l’Apparato

Locomotore Nicola Cerulli, è stato per anni Direttore dell’Istituto di Clinica Ortopedica e Traumatologica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico Gemelli di Roma, relatore di ben 1200 Congressi Nazionali ed internazionali con all’attivo oltre 34 mila interventi chirurgici, 502 pubblicazioni scientifiche ed è attualmente Editor-in- Chief della rivista scientifica Journal of Orthopedics – Traslational Research & Clinical Application, oltre che appartenere a  diverse società scientifiche nazionali ed internazionali come l’Editorial Board della European Journal of Inflammation e  dell’Editorial Board della Rivista: Italian Journal Sports Traumatology, solo per citarne due.

Sarà un incontro di grande importanza come del resto lo sono stati anche i precedenti e lo saranno quelli dei mesi a seguire. L’iniziativa è gratuita e aperta a tutta la cittadinanza che alla fine della relazione sarà invitata come sempre a rivolgere i propri quesiti al professor Cerulli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *