Operazione ‘Pusher’ della Polizia: 4 arresti e droga sequestrata 

La Polizia di Stato sta eseguendo una vasta operazione antidroga contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nei centri urbani e nei luoghi di aggregazione giovanile. Tale attività si inserisce in una più ampia strategia tesa a contrastare con maggiore incisività i reati di strada per dare un’efficacia risposta alla richiesta di tutela da parte dei cittadini.

L’operazione denominata Pusher  vede oggi impegnate le Squadre Mobili di Ascoli Piceno, Avellino, Bergamo, Brindisi, Enna, Ferrara, Imperia, Livorno, Modena, Novara, Parma, Perugia, Pescara, Piacenza, Pisa e Prato, coordinate dal Servizio Centrale Operativo.

Si tratta di un’operazione a tappeto a cui collaborano anche altre articolazioni territoriali della Polizia di Stato, quali le Divisioni Anticrimine, i Reparti Prevenzione Crimine, Commissariati e Uffici Prevenzione Generale.

Nell’ambito di detta attività, per quel che concerne questa provincia, sono state 4  le persone arrestate in flagranza di reato in tre distinte operazioni: C.P., 51enne pescarese, conosciuto per i suoi numerosi precedenti, veniva sorpreso in via Tavo, mentre cedeva una dose ad una giovane assuntrice di nazionalità rumena. Nella circostanza venivano rinvenuti e sequestrati gr. 5,22 di eroina. Due cittadini stranieri di origine senegalese, D.E.H.M. di 27 anni e D.E.H.M. di 26 anni, irregolari e senza fissa dimora, sono stati arrestati a Montesilvano, intenti a spacciare all’interno della pineta. I predetti avevano occultato tra la vegetazione diversi involucri di marijuana, per un peso totale di 153,66 grammi di marijuana e 14,88 grammi di hashish, oltre a un bilancino di precisione. B.A., 27enne marocchino regolarmente residente a Pescara, con precedenti di polizia. Il giovane veniva pedinato fino alla sua abitazione di via Arapietra, dove si portava unitamente ad un “cliente” contattato poco prima all’interno del parco. Nel momento della cessione della droga i poliziotti intervenivano identificando venditore ed acquirente, La perquisizione dell’abitazione del marocchino portava al sequestro di hashish per un peso di 18,51 gr., di un involucro in nylon contenente 1,57 gr di marijuana e di un bilancino di precisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *