Fiera dell’Agricoltura di Lanciano, tutto pronto per un’altra edizione dai grandi numeri

260 le ditte espositrici, 300 le costruttrici 300, con un aumento di 50 nuove ditte rispetto alla scorsa edizione. Sono alcuni dati dell’edizione numero 57 della Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Lanciano, che si svolgerà nei padiglioni di LancianoFiera il il 23, 24 e 25 marzo prossimi .

Il ruolo che questa rassegna ricopre non è stato mai messo in discussione, nonostante le trasformazioni e i cambiamenti che hanno inciso non poco sul settore agricolo. Un’evoluzione che la Fiera è riuscita sempre a comprendere e a interpretare cogliendone gli aspetti più significativi e questo l’ha resa un appuntamento immancabile, un punto di riferimento degno di nota nel Centro e Sud Italia. L’Agricoltura, come viene ormai ripetuto da più parti, è un comparto strategico per l’economia della nostra regione e non solo: sono sempre di più i giovani che si avvicinano a questo settore animati da idee e progetti innovativi.

Il successo e le presenze della passata edizione sembrano aver dato ragione agli espositori. Il Presidente Franco Ferrante, che ha sempre tenuto in grande considerazione il pensiero e le proposte di chi vive direttamente il settore e ne conosce peculiarità, pregi e insidie, aveva accettato insieme al Cda il cambio di programma con la convinzione di fare la scelta giusta. E in effetti così è stato. La Fiera dell’Agricoltura continua ad essere la principale protagonista del pur interessante calendario fieristico, sono migliaia i visitatori che arrivano dall’Abruzzo e da molte altre regioni richiamati da un’offerta sempre più qualificata e all’avanguardia. La specializzazione rimane il requisito numero uno e questo rappresenta una garanzia per gli addetti ai lavori. L’efficacia di questa rassegna è testimoniata anche dalla partecipazione di espositori che arrivano a Lancianofiera da diverse regioni ritenendola una valida e accattivante vetrina per promuovere e far conoscere, a un pubblico numeroso e sempre più competente, le loro offerte e proposte. Ci sono operatori che arrivano anche da fuori regione e quest’anno è rappresentata l’intera Penisola e non solo visto che alcuni espositori provengono dal Nord Europa, dalla Francia, dalla Germania, dagli Stati Uniti e dal Giappone.

“La Fiera è sempre più specializzata, al passo con i tempi. Ed è proprio l’attenzione che ha sempre riservato al mondo agricolo e la capacità di guardare avanti, di intercettare la domanda cercando di dare risposte costruttive e concrete che fanno di questa rassegna un qualificato punto di riferimento, una straordinaria occasione di confronto e di conoscenza – ha commentato questa mattina il Presidente Franco Ferrante nel corso della conferenza stampa di presentazione – per gli operatori del settore ma anche per chi tiene a cuore le sorti di un comparto strategico come l’agricoltura. Sono oltre 500 le ditte rappresentate, 50 sono nuove e riguardano il settore oleario e quello di meccanica agraria, si tratta di marchi di prestigio che per la prima volta scelgono Lancianofiera. Probabilmente ospiteremo anche un’anteprima e questo è motivo di orgoglio e soddisfazione. La presenza di tanti espositori è la risposta più chiara e concreta al nostro impegno che è proprio quello di non deludere le aspettative e di fare in modo che la fiducia che ci viene accordata sia ben riposta. Questi risultati, infatti, – continua Ferrante – sono il frutto del lavoro di una squadra. Tutti, ognuno per il proprio ruolo, porta avanti un’azione sinergica e costruttiva. Ringrazio quindi i soci, il cda, i dipendenti i collaboratori esterni perché tutti contribuiscono alla buona riuscita delle manifestazioni fieristiche. Quella dell’Agricoltura, come gli altri appuntamenti, riserva un ampio spazio alla discussione, al confronto e alla riflessione. In primo piano, nel qualificato programma di convegni, ci sono salute e sicurezza, binomio imprescindibile anche per il comparto agricolo. Sicurezza intesa sia come sicurezza dei mezzi e dei macchinari ma anche come comportamenti da seguire e accorgimenti da non dimenticare. Si tratta di un argomento particolarmente sentito ed è necessario tornare a fare chiarezza per evitare che le cronache continuino a riportare storie di incidenti il più delle volte mortali”. Per l’assessore al Commercio e Agricoltura del Comune di Lanciano Francesca Caporale è molto importante che si affronti il tema della sicurezza “così come sono importanti la filiera corta e la gestione del territorio per creare opportunità e occasioni anche nelle aree interne. L’agricoltura attrae sempre di più i giovani che vedono in questo settore una concreta opportunità di lavoro, noi come amministratori dobbiamo fornire gli strumenti giusti e valorizzare le aree meritevoli di tutela”.