Inchiesta ‘Re Mida’: Di Stefano, Venturoni e Di Zio assolti anche in Appello

L’ex senatore Fabrizio Di Stefano, l’ex assessore regionale Lanfranco Venturoni e l’imprenditore Rodolfo Di Zio, sono stati assolti dalle accuse di corruzione, turbativa d’asta, abuso d’ufficio e millantato credito dalla Corte di Appello. I giudici aquilani hanno confermato la sentenza di primo grado con la quale Di Stefano, Venturoni e Di Zio erano stati assolti dal tribunale di Pescara nell’ambito dell’inchiesta su un impianto di rifiuti che si sarebbe dovuto realizzare nel teramano.