Inchiesta ‘Re Mida’: Di Stefano, Venturoni e Di Zio assolti anche in Appello

L’ex senatore Fabrizio Di Stefano, l’ex assessore regionale Lanfranco Venturoni e l’imprenditore Rodolfo Di Zio, sono stati assolti dalle accuse di corruzione, turbativa d’asta, abuso d’ufficio e millantato credito dalla Corte di Appello. I giudici aquilani hanno confermato la sentenza di primo grado con la quale Di Stefano, Venturoni e Di Zio erano stati assolti dal tribunale di Pescara nell’ambito dell’inchiesta su un impianto di rifiuti che si sarebbe dovuto realizzare nel teramano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *