La UilM sollecita il riconoscimento del lavoro usurante alla Lfoundry

Una delegazione della Uilm L’Aquila Teramo, costituita dal segretario Angelo Gallotti, Monica Di Cola e Domenico Cesta, si è recata al Ministero del Lavoro insieme al vicepresidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli, una delegazione della Lfoundry (il vicepresidente Fabrizio Famà, il direttore del personale Alessandro Albertini e il responsabile Relazioni industriali Fabrizio Felli) ed ad altri rappresentanti sindacali per sollecitare il completamento del percorso di riconoscimento delle turnazioni notturne alla Lfoundry come lavoro usurante. Un riconoscimento già inserito nell’ultima legge di stabilità ma, di fatto, non ancora operativo per questioni burocratiche.

Spiegano dalla Uilm: “Abbiamo insistito sull’applicazione della norma e su alcuni dubbi interpretativi. Al termine della discussione si è stabilito che nell’immediatezza è necessario che le indicazioni contenute nella circolare esplicativa per l’applicazione della norma vengano al più presto divulgate a tutte le sedi Inps per impedire che si inciampi in incidenti legati alle lungaggini burocratiche o in interpretazioni personalizzate. Tutte le altre osservazioni verranno prese in considerazione strada facendo. Siamo soddisfatti per questo primo passo, e certi che si possa addivenire ad una conclusione veloce, nell’interesse esclusivo dei lavoratori. Grazie a quanti combattono con noi questa battaglia”.