“Via Crucis della Settembrata Abruzzese” a San Giovanni in Venere

Nell’abbazia di San Giovanni in Venere torna la tanto attesa “Via Crucis della Settembrata Abruzzese”. L’importante evento, organizzato come sempre dall’infaticabile passionista padre Domenico Lanci e accompagnato da poeti, cantori e musicisti, si è svolto lo scorso 25 marzo in occasione della domenica delle Palme.  Grande il successo di pubblico. Il millenario cenobio benedettino era infatti gremito di fedeli che hanno seguito con molto interesse e partecipazione una delle più toccanti celebrazioni religiose che caratterizzano il periodo quaresimale. Ogni stazione della Via Crucis è stata accompagnata dalle bellissime note dello Stabat Mater del compositore settecentesco Giuseppe Tartini, eseguito dal coro “Voci della Campagna” diretto da padre Domenico Lanci, e dai versi dei vari poeti dialettali, giunti da ogni angolo d’Abruzzo, che hanno declamato le loro riflessioni sul grande mistero della passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo. I coristi sono stati accompagnati dal fisarmonicista Alessandro Mila. «La Via Crucis quaresimale della Settembrata Abruzzese – ha spiegato padre Domenico Lanci – è una manifestazione artistica ad alto contenuto emotivo e lirico, che vuole rappresentare le espressioni di devozione e forte religiosità che hanno sempre caratterizzato il popolo abruzzese». L’associazione culturale Settembrata Abruzzese svolge importanti attività basate sul volontariato da oltre cinquant’anni. E’ formata da appassionati, docenti, musicisti, poeti, ricercatori, gruppi canori e teatrali con la vocazione per la riscoperta e il rilancio dell’anima culturale, poetica e musicale del popolo abruzzese. Negli anni ha saputo connotare mezzo secolo di storia della cultura popolare abruzzese e oggi si spende per diffondere tra le nuove generazioni la conoscenza delle proprie radici e la valenza socio-culturale dell’appartenenza ad un territorio ricco di storia, cultura e tradizioni. La rappresentazione si è conclusa con il canto di un’antica passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *