Controlli di polizia nel chietino nel periodo di Pasqua: arresti e denunce

Nella settimana Santa, come da consuetudine, si e’ intensificata l’attivita’ di prevenzione e repressione dei reati, predisponendo adeguati piani generali di servizi straordinari di controllo del territorio in tutta la provincia di Chieti, e anche in ambito autostradale sulla tratta dell’A14 tra Ortona e Poggio Imperiale di competenza della polizia stradale teatina, al fine di contrastare il fenomeno della criminalita’ predatoria, con particolare riguardo ai furti in abitazione e di autovetture.

Gli interventi sono stati eseguiti dal personale della Questura di Chieti, dei commissariati di  di Vasto e Lanciano, dalla sezione polizia stradale di Chieti, e dalle sue unita’ operative distaccate, e del reparto prevenzione crimine di Pescara.

I dispositivi attuati dalle pattuglie della polizia, anche con l’impiego delle nuove attrezzature informatiche di lettura automatica delle targhe, hanno avuto per oggetto le aree cittadine e le arterie stradali maggiormente esposte al fenomeno in argomento nonche’ tutte le zone sensibili sia interne che della fascia costiera.

Le attivita’ sono stati eseguite in esito a un approfondito esame delle statistiche criminali, elaborate anche con il sistema della georeferenzazione e comparando i dati degli ultimi tre anni, da cui sono emerse le zone e gli orari nei quali i reati piu diffusi sono commessi piu’ frequentemente.

Nello specifico, nella sola settimana dal 26 al 31 marzo, sono stati effettuati 92 posti di controllo identificando complessivamente circa 800 persone e circa 900 veicoli rinvenendo due veicoli rubati e comminando, nell’ottica della prevenzione della sicurezza stradale, circa 200 contravvenzioni dal codice della strada e ritirando dieci patenti di guida per la guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’influsso di sostanze stupefacenti.

I controlli hanno interessato anche i soggetti sottoposti alle misure di prevenzione e altri obblighi imposti dall’autorita’ giudiziaria (arresti domiciliari, obbligo di dimora ecc.) .

Per quanto riguarda la specifica attivita’ di polizia giudiziaria, nel periodo in questione, sono state tratte in arresto, in flagranza di reato e in esecuzione di ordinanze di misure cautelari da parte delle competenti autorita’ giudiziarie, sei persone, resisi responsabili, in diverse circostanze, di furti aggravati e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare nella sera della vigilia pasquale, durante i controlli effettuati anche presso gli scali ferroviari, l’attenta sorveglianza posta in essere dagli operatori della squadra mobile, ha permesso di individuare ed arrestare il cittadino extracomunitario, L.G., da anni domiciliato nel pescarese, proveniente dal nord Italia e trovato in possesso di circa un chilo di “marijuana” rinvenuta all’interno del proprio bagaglio e destinata allo smercio sulla costa pescarese-teatina.

I denunciati a vario titolo sono stati venti nella sola settimana santa di cui tre stranieri.

Sono stati altresi’ intensificati i controlli di polizia amministrativa, effettuati dal personale dello specifico settore P.A.S.I., per cui sono stati sottoposti a controlli specifici sette esercizi pubblici comminando quattro violazioni amministrative con conseguenti segnalazioni agli organi amministrativi provinciali.

Anche’ l’attivita’ di polizia anticrimine ha avuto il suo rilievo con l’irrogazione di un provvedimento di foglio di via obbligatorio a carico di un soggetto residente nel napoletano, che nella circostanza, veniva allontanato dal territorio comunale di san Giovanni Teatino, e di un divieto di accedere alle manifestazioni sportive a seguito di fatti avvenuti durante un incontro calcistico di serie “D”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *