Tornano a nuova vita le antiche fontane di San Vito

A breve, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale di San Vito Chietino, sarà possibile visitare nuovamente, dopo anni di abbandono e di oblio, le due storiche fontane situate nella suggestiva vallata orientale del centro costiero. Nei giorni scorsi  il Comune, con l’approssimarsi della stagione estiva, ha infatti avviato le operazioni di pulizia delle antiche strutture, delle aree verdi di libera fruizione e del sentiero attraverso il quale sarà presto possibile raggiungere nuovamente le fonti tanto care ai sanvitesi. Le due vecchie fontane sono state per anni abbandonate e avvolte dalla vegetazione infestante e quindi irraggiungibili per una escursione. “Fonte Grande” e “Fonte Cupo”, questi i nomi delle storiche strutture, furono così restaurate con un apposito progetto circa quindici anni fa, grazie all’interessamento dell’Archeoclub di San Vito Chietino, e ufficialmente inaugurate il 10 novembre 2002. Per l’esecuzione dei lavori di recupero furono stanziati 33 milioni delle vecchie lire dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti e 50 milioni dal Comune. Per molti anni le strutture murarie sono state letteralmente ricoperte da una fitta e impenetrabile vegetazione ed in parte anche da cumuli di terra, situazione che non consentiva la loro visibilità dal sentiero comunale. “Fonte Grande” venne costruita nei primi anni dello scorso secolo, quando a San Vito si realizzò il primo acquedotto comunale. “Fonte Cupo” è invece di epoca più remota; l’anno di costruzione è inciso sulla facciata in pietra del manufatto insieme alla dicitura in lingua latina “Comunitas S.Viti edificavit – A.D. 1814”. Molti anni fa le donne del paese si recavano quotidianamente in quel luogo ameno per lavare i panni e per scambiare qualche allegra chiacchierata. Presto, quindi, turisti e residenti potranno nuovamente visitare i due importanti monumenti cittadini che hanno un rilevante valore storico e architettonico per il centro costiero. Un’altra buona notizia riguarda inoltre la “Grotta delle Farfalle”, situata a cavallo tra i Comuni di San Vito Chietino e Rocca San Giovanni. L’Ente gestore delle Riserve Naturali Regionali (RNR) sta provvedendo infatti alla pulizia, al ripristino, alla messa in sicurezza e alla predisposizione della necessaria cartellonistica dei sentieri della riserva, il tutto grazie allo stanziamento di specifici fondi.