Appuntamenti in Abruzzo

La classe V B Turismo dell’IIS Alessandrini di Montesilvano ha partecipato al concorso  nazionale Premio ” Federico Caffè (in memoria di Giuliano Colazilli) indetto dallo SPI-CGIL di Pescara e dall’Associazione Federico Caffè per ricordare la figura del grande economista pescarese scomparso nel 1987. La classe, guidata dagli insegnanti  Pino Troiano e Angelo Pompei, è risultata vincitrice del primo premio, consistente in una somma di 1500 euro, che verranno utilizzate dalla classe  per attività culturali. Alla manifestazione di consegna del premio hanno preso parte, oltre al Dirigente Scolastico, Roberto Chiavaroli, il segretario dello SPI-CGIL Paolo Castellucci, il Presidente dell’associazione Federico Caffè, Giacomo D’Angelo,  Silvestro Profico, allievo del prof. Caffè,  Mario Tiberi, docente di politica economica dell’Università La Sapienza di Roma, Giovanna Leone docente di Scienze delle comunicazioni dell’Università La Sapienza e nipote del prof. Federico Caffè. Gli alunni hanno vinto il concorso con un “Saggio sulla attualità del pensiero e della testimonianza etica di Federico Caffè con riflessioni e valutazioni personali”. Questa la motivazione del conferimento del premio: “Il saggio, scritto con uno stile ammirevole per sobrietà e chiarezza, ci offre un convincente ritratto di Federico Caffè, che ha pienamente soddisfatto le aspettative di chi ha ideato il premio, pensando di confermare, proprio attraverso la lettura dei suoi scritti affidata a dei giovani, la vitalità dell’insegnamento dell’economista abruzzese”. La manifestazione ha visto la presentazione della figura del prof. Federici Caffè attraverso un filmato prodotto dalla Fondazione Pescarabruzzo, l’esposizione del saggio breve realizzato dalla classe attraverso quattro comunicazioni degli studenti intercalate dagli interventi di approfondimento di Mario Tiberi e Giovanna Leone. Ne è emerso il quadro di una personalità di straordinaria levatura intellettuale e morale, che ha messo al centro della propria ricerca l’uomo attraverso una visione umanista dell’economia, preoccupata del benessere sociale della collettività attraverso una impostazione keinesiana e una interpretazione creativa del messaggio del grande economista inglese.

Le melodie di Mango nel progetto elettroacustico degli AnymaMediterranea

Il 14 aprile lo Stammtisch Tavern propone uno splendido viaggio nell’arte e nelle melodie di Mango attraverso il progetto elettroacustico degli AnymaMediterranea che vuole essere un omaggio all’immenso artista (inizio ore 22). Per la prima volta sul palco dello Stammtisch gli AnymaMediterranea proporranno i più grandi successi dell’artista Pino Mango a partire da “Oro” fino ad arrivare alle più recenti composizioni come “Dentro me ti scrivo” passando per “La Rondine” fino a “Disincanto” ripercorrendo un periodo storico/musicale di quasi quarant’anni di carriera.  Gli AnymaMediterranea nascono grazie alla passione ed alla voglia di portare avanti la musica dell’artista Pino Mango di Andrea Buccella, Andy Micarelli e Marco Contento. Una formazione ElettroAcustica formata da Voce, Tastiere e Percussioni che catapulterà il pubblico in un viaggio che parte dagli anni ‘80 fino ai giorni nostri fatto di pure emozioni fra soluzioni armoniche, ritmi coinvolgenti e ghirigori vocali. Un progetto che vuole rendere omaggio ad uno degli artisti più completi e mai scontato del panorama pop italiano. Gli AnymaMediterranea sono: Andrea Buccella (Voce), Andy Micarelli (Tastiere e Cori), Marco DrumMark Contento (Percussioni e Cori).

A Pescara IndieRocket la dance “intelligente” di Rival Consoles

Quindici anni di avanguardie; più di 250 artisti provenienti dai cinque continenti; oltre 80 000 presenze nelle ultime dieci edizioni: torna a Pescara IndieRocket Festival, la tre giorni dedicata alla musica indipendente internazionale in programma dal 29 giugno all’1 luglio al Parco Di Cocco. E proprio oggi, in contemporanea alla pubblicazione sull’iconica Erased Tapes Records del nuovo, attesissimo album “Persona”, Rival Consoles si va ad aggiungere alla lineup con i già annunciati Ron Gallo – “il nuovo Jack White” per The Guardian –, il trio afro dub blues Benin City, la West African bass del duo berlinese Africaine 808, la psichedelia a tinte mediorientali dei Phoenician Drive e il producer ghanese Dj Katapila. Prima firma in assoluto di Erased Tapes Records, l’etichetta britannica d’avanguardia che annovera tra i suoi artisti Nils Frahm, Peter Broderick e Ólafur Arnalds, per citarne solo alcuni, il producer di base a Londra presenterà a Pescara il suo nuovo lavoro – “un prolungamento dell’io in forma sonora” afferma lo stesso Ryan Lee Grant – con uno show audiovisuale dinamico, che trae spunto dalle performance site-specific al Tate e al Victoria & Albert Museum. “Persona”, il cui titolo si ispira all’omonima pellicola di Ingmar Bergman, è un disco intimamente espressivo, che combina synth analogici, strumenti acustici e sfumature shoegaze (a questo link è ascoltabile una selezione di tracce commentate dallo stesso artista, in onda su Musical Box di Radio 2 Rai lo scorso 29 marzo: http://bit.ly/RivalConsoles_MusicalBoxRadio2Rai). I sintetizzatori, per Rival Consoles, sono veri e propri oggetti integrativi del sé: “Ogni nuova emozione produce alterazioni dell’io e, attraverso gli strumenti, ho tradotto queste emozioni in musica”. Poliritmi dall’antico continente che si fondono con i suoni della contemporaneità, eroi moderni dell’universo alternative rock e produttori di spicco della scena elettronica mondiale: una programmazione che, di settimana in settimana, prende forma, rivelandosi sempre più ricca, sperimentale e internazionale, pur mantenendo la personalità artistica coerente che da sempre caratterizza IndieRocket. Il festival pescarese da quindici anni, infatti, importa da tutto il mondo le più innovative realtà della musica indipendente grazie ad un incessante lavoro di ricerca. Quindici anni di scelte coraggiose, mai scontate. Chi sceglie IndieRocket sceglie un’esperienza fuori delle consuete rotte festivaliere italiane, sceglie una manifestazione senza “lineup fotocopia”, senza nomi inflazionati e senza gli artisti che si trovano in tutti gli altri happening italiani. Da quindici anni Pescara è meta irrinunciabile per tutti gli amanti delle tendenze musicali d’avanguardia, con artisti provenienti dai cinque continenti: dal Giappone al Perù, dall’Australia al Ghana, passando per le capitali europee fino alle grandi metropoli statunitensi.  Pescara si posiziona ancora una volta tra le capitali internazionali della musica: oltre 20 ore di musica dal vivo, workshop e performance, grazie anche alle partnership con il prestigioso Santarcangelo Festival e Acusmatiq Festival di Ancona, su due palchi con artisti provenienti da tutto il mondo, nella suggestiva location del Parco Di Cocco, un’area verde nel centro di Pescara, in Abruzzo, la Regione Verde d’Europa. Questa quindicesima edizione, la “15-18” appunto, promette di essere un evento memorabile, grazie ad un grande lavoro di approfondimento culturale, oltre che musicale, che coinvolgerà l’intera città. Il concept del festival si ispira al secondo futurismo post-cubista e costruttivista, a cento anni di distanza dalla prima avanguardia europea, con un impianto grafico che omaggia i maestri Balla, Boccioni, Carrà e Russolo.  Con grande attenzione alla sostenibilità e alla tematica ambientale e con un costo simbolico di 5 euro dopo le 21, IndieRocket è un festival per tutti, una tre giorni “fluida” che spazia tra arte contemporanea, nuove sonorità dal mondo e attitudine alla socialità. IndieRocket Festival è organizzato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pescara e dall’Associazione IndieRocket, con il contributo di Regione Abruzzo e Fondazione Pescarabruzzo.

Le Sorgenti del Fiume Verde nel programma delle Giornate di Primavera del Fai

Questo fine settimana infatti (14 e 15 Aprile) il patrimonio artistico e naturalistico sarà protagonista e al centro di visite accompagnate da guide esperte e qualificate. La Sasi Spa, ha accolto favorevolmente la richiesta della presidente del Fai di Lanciano Marlina Corsaro e ha concesso il patrocinio e l’autorizzazione a visitare le Sorgenti. “Apprezzo molto le attività promosse dal Fai e come lo scorso anno, anche per questa edizione 2018, abbiamo dato la disponibilità a favorire la promozione turistica di Fara e la scoperta di un sito di notevole rilievo naturalistico per l’intera comunità abruzzese – ha sottolineato il presidente Gianfranco Basterebbe – siamo convinti dell’efficacia e della validità di queste iniziative. Come Sasi ci teniamo a essere vicini al territorio e a partecipare a progetti come questo che incidono positivamente non solo sulla nostra società, ma su tutto il territorio. Purtroppo, per ragioni di organizzazione interna, possiamo autorizzare le visite solo al mattino dalle 9.00 alle 13.00 e non pure il pomeriggio come ci è stato chiesto”. Il presidente Basterebbe fin dal suo insediamento ha mostrato grande sensibilità per tutte le iniziative che mirano a promuovere il territorio attraverso la valorizzazione e la tutela della natura e dell’ambiente. Domani e domenica, quindi, sarà il personale della Sasi ad accogliere e guidare i visitatori nella suggestiva cornice delle Sorgenti del fiume Verde.

Ingresso Indipendenteal Teatro dei Marsi

Tutto pronto al Teatro dei Marsi per un nuovo appuntamento con la prosa. Una rassegna che finora non ha deluso le aspettative e che con “Ingresso Indipendente”, spettacolo con protagoniste Serena Autieri e Tosca D’Aquino, mira a consolidare gli ottimi risultati raggiunti – in termini di affluenza di pubblico – nel corso dell’intera stagione. Lo spettacolo è in programma lunedì 16 aprile, alle ore 21.

Teatro della Memoria a Lanciano

Secondo appuntamento con la rassegna di teatro della memoria, incluso nel cartellone 2017/2018 del Teatro Fenaroli di Lanciano: sabato 14 alle 21.00 e domenica 15 aprile alle 17.30 presso l’Auditorium Diocleziano, l’Associazione Culturale “Il Ponte” e il Teatro Studio di Lanciano presentano T4, libero adattamento e regia di Carmine Marino da “Tiergartenstrasse 4” di Pietro Floridia; con Rossella Gesini e Carmine Marino. Ambientata negli anni ’40 ad Amburgo, questa storia dolcissima e tragica racconta l’incontro di due persone, George un giovane disabile mentale che vive coltivando fiori nell’assoluta innocenza di un rapporto di verità col mondo e Gertrud, l’infermiera nazista mandata a verificare le condizioni di George con il compito di sottoporlo al programma T4, il cosiddetto ‘Olocausto minore’ che prevedeva l’eliminazione dei disabili come vite ‘indegne di essere vissute’. L’incontro si trasforma a poco a poco in un’amicizia profonda ed in un legame di cura e di tenerezza che unirà i destini dei due fino alla fine. La scena si svolge su un duplice registro, la deposizione di Gertrud al tribunale delle forze alleate, dopo la fine della guerra e le vicende precedenti che scandiscono i momenti della storia. Il testo di Pietro Floridia si rivela così un convincente meccanismo teatrale. A prestare il volto al disabile mentale George, un uomo, come si ricorda nel primo interrogatorio, “che ha la mente di un bambino di 8-9 anni”, è Carmine Marino. Al suo fianco, Rossella Gesini è la signorina Gertrud, personaggio che cristallizzato nel ruolo dell’infermiera autoritaria, va man mano aprendosi alla realtà della vita che la porta ad essere prima di tutto donna ed amica.

Mostra di Gemma Maria la Cecilia a L’Aquila

“Le altre me: tra cielo e sesso” è il titolo della mostra personale dell’artista Gemma Maria la Cecilia che verrà inaugurata sabato 14 aprile alle 18, presso la Sala Polifunzionale “Arnaldo Leone” di Arkhé, e sarà visitabile fino a sabato 21 aprile 2018