25 Aprile e 1° Maggio, i sindacati proclamano sciopero dei lavoratori dei supermercati

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil Abruzzo, hanno proclamato lo sciopero regionale di tutte le lavoratrici e lavoratori dei centri commerciali, dei negozi e degli ipermercati per le giornate del 25 aprile e del 1° maggio.

“Le aperture indiscriminate delle domeniche e giorni festivi non hanno risolto i problemi occupazionali delle imprese in crisi, né creato nuovi posti di lavoro e non hanno prodotto risultati positivi alle aziende – affermano le tre sigle sindacali -. Al contrario, la liberalizzazione ha prodotto lo svuotamento dei centri storici delle città, creando una sorta di dumping tra le piccole attività, sempre più in sofferenza, e centri commerciali, oltre ad aver peggiorato le condizioni di vita delle migliaia di addetti al settore, molti dei quali si sono trovati costretti a sottoscrivere clausole che rendono obbligatorio il lavoro domenicale e festivo. La totale deregolamentazione ci consegna una società devota al consumismo. I centri commerciali rappresentano oramai la risposta per il tempo libero e per i momenti di svago delle famiglie, con buona pace delle festività civili e religiose, delle tradizioni e dei momenti di celebrazione di eventi fondamentali per la nostra storia come l’anniversario delle Liberazione e la Festa dei Lavoratori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *