Appuntamenti in Abruzzo

Sarà la musica la vera protagonista di “Cupello Rock and Blues” che si terrà il prossimo 1 maggio a Cupello. L’iniziativa, ideata negli anni Novanta da Umberto Boschetti, artefice della manifestazione più cult di quegli anni, si ripropone di portare di nuovo, dopo tanto tempo, sul palco di Cupello le band emergenti del cantautorato territoriale.  Sei i gruppi che parteciperanno al concerto: Nameless Band, Kamelia, Disco Socks, Vanesia, Le stanze di Federico e in chiusura i Regina – The Real Queen Experience. Insomma una giornata interamente dedicata alla musica dal vivo durante la quale le band partecipanti si proporranno e si esprimeranno con diversi brani inediti. Il Cupello Rock and Blues, che peraltro cade all’interno del “Festival del Carciofo”, è organizzato dall’Associazione di promozione sociale 3punto1, ente no profit che da  quattro anni è peraltro organizzatore del talent show cupellese “Tu sì che vali”, evento che quest’anno si terrà il 24 e 25 agosto. “3punto1 è un’associazione decisa a proseguire il suo percorso di promozione del territorio – spiegano i componenti della realtà associativa di Cupello –  continuando ogni anno a proporre una serie di eventi e manifestazioni che diano la possibilità di esprimere le grandissime potenzialità del territorio stesso”.  “Cupello Rock and Blues – aggiungono – è un nuovo esperimento, un evento che potrà tornare ad affermarsi come un tempo o lanciare nuovi spunti per qualcosa di completamente nuovo”. L’appuntamento è per il primo maggio dalle ore 16 in poi in piazza Garibaldi. In apertura si esibiranno nell’ordine Nameless Band, Kamelia, Vanesia, Disco Socks e Le Stanze di Federico. In chiusura, alle 21.30 saliranno sul palco del festival i Regina – The Real Queen Experience che proporranno un omaggio alla band che ha influenzato la storia musicale internazionale. I successi dei Queen, che venne eletto come miglior gruppo britannico di tutti i tempi, saranno riproposti sul palco di Cupello dai Regina – The Real Queen Experience che al momento si attesta come una delle migliori tribute band dei Queen a livello nazionale. 

A Giulianova si ricorda Vincenzo Bindi

In occasione del Novantesimo anniversario della morte di Vincenzo Bindi (1852-1928), storico e umanista di fama che ha donato a Giulianova le sue collezioni bibliografiche e artistiche nonché il suo Palazzo gentilizio su corso Garibaldi, il Sindaco, l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato alle Manifestazioni, unitamente all’Amministrazione comunale tutta intende onorare la memoria dell’illustre concittadino con un concerto dal titolo “Regione d’ingegni gagliardi”.

Il concerto si terrà al Kursaal lunedì 30 aprile alle ore 21 con ingresso libero. L’evento di apertura dell’Anno Bindiano che si fregia del logo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, sarà curato dall’Associazione “Accademia Acquaviva” e dalla Direzione tecnico-scientifica del Polo Museale Civico e vedrà sul palco le voci dei due soprani giuliesi Manuela Formichella e Giorgia Cinciripi, unite alle note del violoncello del concittadino Galileo Di Ilio accompagnate al pianoforte dal M° Piergiorgio Del Nunzio, anch’egli giuliese. Protagonista del programma musicale sarà la romanza da salotto che, a cavallo tra Otto e Novecento, risuonava nelle agiate dimore: le arie da camera di compositori abruzzesi come Francesco Paolo Tosti e Gaetano Braga rievocheranno così lo spirito artistico e culturale di Giulianova e dell’Abruzzo al tempo di Vincenzo Bindi. Per meglio contestualizzare la figura di Bindi, le musiche verranno alternate agli approfondimenti del Direttore tecnico-scientifico dei civici musei, Sirio Maria Pomante, e alle voci della compagnia teatrale “Spazio Tre” diretta da Silvio Araclio, che faranno rivivere la personalità del Professore attraverso lettere e poesie, per riscoprire il suo rapporto con grandi artisti del tempo, il legame con i suoi cari e con la terra d’Abruzzo sempre al centro della sua attività di studioso e di collezionista. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *