Appuntamenti in Abruzzo

Si conclude domani la Rassegna di Teatro Dialettale “Premio Marrucino”, organizzata dalla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino in collaborazione con la Sezione Abruzzo della F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatori per dare spazio alle compagnie amatoriali abruzzesi che, con passione ed impegno, contribuiscono a salvaguardare e valorizzare un importante patrimonio linguistico collettivo. A chiudere la rassegna, alle ore 21, durante la serata di premiazione, sarà lo spettacolo fuori concorso “Lu ‘mbise”, commedia in due atti scritta e diretta da Antonio Potere e rappresentata dalla Compagnia “I Marrucini” di Chieti. La Giuria tecnica, presieduta dal Prof. Massimo Pasqualone e composta da Alberto Cremonese, Giovanna Di Felice, Maria Laura Di Petta e Ugo Iezzi, svelerà i nomi dei vincitori del Premio Marrucino 2018 e attribuirà i premi per al miglior attore, alla migliore attrice, alla migliore regia  e quello per la ricerca linguistica cui si unirà, sulla base del giudizio espresso dal pubblico, il Premio della Giuria Popolare. Nell’occasione, a rendere onore alla Rassegna ed al Bicentenario del Teatro, sarà la presenza di tutti i Presidenti e i delegati regionali della Federazione Italiana Teatro Amatori. L’Italia del Teatro Amatori, a partire dal Presidente Avv. Carmelo Pace, celebrerà la sua Assemblea annuale dentro il Marrucino, luogo capace di ospitare da sempre, con grande successo di pubblico, il segmento artistico del teatro dialettale. Saranno due giorni intensi che si concluderanno domenica mattina con il Convegno, che avrà inizio alle ore 10.30, denominato “Valori, personaggi ed esperienze di successo del Teatro Amatori” che, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi G. D’Annunzio, sarà impreziosito dalla presenza di relatori altamente qualificati come il Prof. Leonardo Spinelli, il Prof. Patrizio Domenicucci, il Prof. emerito Rocco Vito Moretti, la teatro terapeuta Prof.ssa Sara Palladini ed il Prof. Massimo Pasqualone, critico d’arte e Presidente della Giuria del Premio Marrucino.

Dimensione Nomade a Chieti Scalo

Tornano in concerto domani a grande richiesta allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo i Dimensione Nomade (inizio ore 22). La Tribute Band Ufficiale dei Nomadi proporrà uno spettacolo imperdibile che ripercorrerà le tappe principali dello storico gruppo. I Dimensione Nomade, riconosciuti ufficialmente dai Nomadi come Nomadi Tribute Band, nascono a Pescara nel 2010 e sono formati da un gruppo di amici con in comune la passione per i grandissimi Nomadi. La formazione è composta da sei elementi dalle spiccate doti musicali. L’esibizione rigorosamente live è arrangiata è studiata nei minimi particolari artistici e tecnici. Il modo personale di interpretazione rende ogni spettacolo unico, creato per far vivere al pubblico le emozioni delle canzoni dei Nomadi, un vero e proprio omaggio eseguito con professionalità, rispetto e passione. Lo spettacolo ha una durata di circa due ore e mezza ed abbraccia l’intero repertorio dei Nomadi dal presente al passato.

Marina Ciancetta e Domenico Turchi a Torricella Peligna

Doppio appuntamento previsto per domani, sabato 5 maggio, presso la Mediateca John Fante di Torricella Peligna, sita in via Michele Persichitti. Alle ore 17, la poetessa e narratrice, lancianese di adozione, Marina Ciancetta presenterà la sua favola Marenz, edita dalle Edizioni Tabula Fati di Chieti. La protagonista è una principessa, eroina classica e al contempo controcorrente, ribelle ma gentile, forte della bontà e dell’autenticità dei suoi sentimenti, sempre in bilico tra le necessità di una realtà a volte scomoda e l’atmosfera rarefatta del sogno. A seguire, un gruppo di bambini e di ragazzi di Torricella Peligna, guidati dall’attore e regista abruzzese Domenico Turchi, porteranno in scena “Due inseparabili amici”, riduzione teatrale dell’omonimo racconto vincitore per la sezione scuola primaria della I Edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Valeria Di Fabrizio”. Il testo è stato composto dai giovani autori Umberto Costantini, Claudio Cocan, Domenico Impicciatore e Francesco Spinelli, iscritti nell’anno scolastico 2016- 2017 alla IV B dell’Istituto Principe di Piemonte di Lanciano (CH). L’ingresso è libero. Gli eventi di domani si inscrivono nella  ricca rassegna culturale, inaugurata il 28 aprile scorso e che si snoderà lungo il mese di maggio, curata dagli organizzatori della II Edizione del Premio Nazionale di Narrativa e di Disegno “Valeria Di Fabrizio”, ideato e coordinato da Antonio Monte, con la consulenza dell’Agenzia Scribo di Lanciano, e bandito dal Comune di Torricella Peligna, in collaborazione con la famiglia Di Fabrizio, con l’Avis don Ignazio Cocco e con l’Associazione Nazionale Alpini – gruppo di Torricella Peligna. Inoltre, il concorso si avvale del supporto e della compartecipazione  della Casa Editrice Rocco Carabba, delle Edizioni Il Viandante e delle Edizioni Tabula Fati. La rassegna e il premio vogliono rendere omaggio  a Valeria Di Fabrizio, la bambina torricellana che amava leggere e disegnare, scomparsa nel 2015, all’età di dieci anni. A lei, tra l’altro, è dedicata la casetta di legno, aperta ai visitatori, costruita nel 2016 all’interno della pineta comunale di Torricella Peligna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *