Il mondo politico abruzzese in lutto per la morte di Giovanni Pace

Il centrodestra abruzzese, e non solo,  piange la morte dell’ex Presidente della Regione (dal 2000 al 2005), Giovanni Pace, morto ieri nella sua Chieti all’età di 84 anni. Pace, dottore commercialista, era stato Parlamentare della Repubblica negli anni ’90 per il Movimento Sociale Italiano e poi per Alleanza Nazionale.

Nella sala consiliare della Provincia di Chieti è stata allestita la camera ardente.

Molti i messaggi di cordoglio. “La direzione dell’Udc abruzzese ricorda con profondo cordoglio  Giovanni Pace. Con la sua scomparsa la comunità abruzzese perde un rappresentante istituzionale di alto profilo, un politico, un uomo che ha dedicato la sua vita con un impegno instancabile, con una visione ampia e articolata, ed un amore profondo e costante per il benessere della gente d’Abruzzo – ha commentato il Segretario Regionale, Enrico Di Giuseppantonio -. Con lui se ne va una persona perbene, un amico sincero, che ha portato alla politica regionale un grande contributo di serietà e competenza”.

“Raramente il termine di ‘galantuomo’ è stato usato a proposito, nel suo caso gli calzava perfettamente. Amava profondamente L’Aquila. Con lui se ne va un pezzo importante della destra abruzzese e nazionale – ha detto il sindaco de L’Aquila, Pierluigi Biondi.

“Pace ha guidato per cinque anni la Regione Abruzzo come pochi altri hanno saputo fare. Ma io piango soprattutto l’amico e il padre politico con cui ho avuto l’onore di condividere cinque anni in Consiglio Regionale, a fianco di un grande Presidente che mi ha dato molti insegnamenti non solo politici ma anche umani – ha sottolineato Fabrizio Di Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *