Appuntamenti in Abruzzo

Solo posti in piedi nella sala convegni del Polo Museale di Lanciano, dove le presenze sono andate oltre le più fiduciose aspettative: il ricordo di Tilde Lametti e il premio a lei dedicato, hanno anche stavolta suscitato una grande attenzione, richiamando un pubblico numeroso. Il riconoscimento ritirato lo scorso anno dall’oncologo Ettore Cianchetti è andato in questa edizione 2018 al prof. Gabriele Di Giammarco, direttore della cattedra di Cardiochirurgia dell’Università D’Annunzio. La presidente del Cif (Centro Italiano Femminile) di Lanciano Cesira Verì, ha voluto privilegiare ancora una volta il settore della sanità, mettendo in primo piano la salute, patrimonio prezioso di tutti, e il tema della scienza e dell’etica, della tecnologia e della persona. Poi la platea è stata letteralmente rapita dall’intervento dell’ing. Tommaso Ghidini, capo della divisione di strutture, meccanismi e materiali dell’Agenzia Spaziale Europea che ha affrontato, anche attraverso le immagini, un tema di particolare suggestione, spiegando il ruolo dell’Esa e il lavoro che si sta portando avanti per “il bene del Pianeta”. Il prof Gabriele Di Giammarco, ha esordito ringraziando tutti prima di cominciare la sua relazione su “La cardiochirurgia creata e reinventata dalla tecnologia”che ha messo in primo piano proprio il ruolo della tecnologia e come questa ha permesso successi che fino a pochi anni fa erano impensabili. Grande e comprensibile attenzione anche per la relazione del prof. Di Giammarco. Quando si parla di salute l’interesse è sempre alto e la peculiarità di questo incontro è stata propria l’efficacia degli argomenti trattati. Ultimo a relazionare Padre Franco Annichiarico, Gesuita, animatore di Terra Santa di lunga esperienza e appassionato iconografo. Il convegno, moderato dalla giornalista Maria Rosaria La Morgia, si è concluso con l’annuncio della nascita di una nuova associazione. A parlare di questo è stato Sergio Sideri, professione notaio, molto conosciuto in città e che, visibilmente emozionato, ha spiegato il perché di questo neo sodalizio, ricordando, non senza fatica, l’esperienza vissuta, ex paziente del prof Di Giammarco di cui ha apprezzato non solo “la professionalità, la competenza, ma anche l’umanità e la sensibilità. Questa associazione che porta il nome di CESIRA – non è solo un omaggio alla presidente del Cif – ma è l’acrostico di Comunità Ex pazienti Salvati In Regione Abruzzo e l’obiettivo è quello di promuovere iniziative per raccogliere fondi, per ora si punta all’acquisto di un robot”. A portare il saluto dell’Amministrazione Comunale, l’assessore Marusca Miscia che ha rimarcato l’importanza e il significato di un progetto che è ormai diventato un appuntamento consolidato. E già si pensa al prossimo anno, alla quinta edizione del Premio Lametti che sicuramente sarà destinato a una donna.

A Caramanico Terme Il Festival del Benessere

Dal 1° al 10 giugno il borgo di Caramanico Terme ospiterà, anche quest’anno, The Wellness Festival – Il Festival del Benessere (https://www.facebook.com/thewellnessfestival) che rivelerà l’unicità di un territorio dove storia, natura, arte e tradizione trovano un perfetto equilibrio nella splendida cornice del Parco Nazionale della Majella in Abruzzo. Durante il festival sarà possibile partecipare ad una serie di incontri con autorevoli personalità del mondo della cultura, dell’arte e del giornalismo premiati come “Creatori e Promotori di Benessere”, vivere esperienze autentiche a contatto con la natura attraverso escursioni guidate e percorsi di educazione ambientale, oltre a scoprire le tipicità locali con gli itinerari del gusto. Per partecipare, prenotare telefonando allo 085/922343 oppure scrivendo a info@majambiente.it – info@terrepescaresi.it Website: http://www.festivalbenessere.com/. PROGRAMMA – Venerdì 1° Giugno – Majella Walking Tours – ore 10 – Le Scalelle, accesso alla Valle dell’Orfento. Visita guidata con Majambiente. Biodiversità, Cibo e Gusto – ore 16 -Laborotario didattico: “Conosciamo le api!”. Attività didattica per bambini a cura dell’azienda Amoroso. Il Premio Benessere – Awarding Excellence in Wellness Creation and Promotion -ore 17.30 – Piazza Conti, La Coscienza dei Luoghi e la rilettura delle comunità rurali. Incontro con Aldo Bonomi, sociologo. Premio Benessere e Società. Con Mario Mazzocca, Sottosegretario d’Abruzzo, Fabio Renzi, Segretario Generale Fondazione Symbola, e Giovanni Bongo, filosofo. Sabato 2 Giugno, Festa della Repubblica – Eremi e Abbazie aperti – ore 9 L’Eremo di San Bartolomeo da Valle Giumentina. Alla scoperta della storia dell’uomo sulla Majella. La Festa dei Piccoli Comuni – dalle 10 alle 12. Per le vie del centro, il Complesso Bandistico dell’Istituzione Musicale Comunale di Caramanico Terme. Eremi e Abbazie aperti – ore 10.45 Visita Guidata all’Eremo di Santo Spirito a Majella. Il Premio Benessere – Awarding Excellence in Wellness Creation and Promotion – ore 17.30 Piazza Conti, presentazione del libro “Palazzo d’ingiustizia” e incontro con l’autore. Riccardo Iacona. Premio Comunicazione per il Benessere e la Giustizia Sociale 2018. Eremi e Abbazie aperti – ore 21 Visita guidata nella Chiesa di San Tommaso di Caramanico. A seguire concerto di musica antica a cura di Manuel Virtù. Domenica 3 Giugno – Esperienze di Benessere – ore 8.00 Il percorso del respiro, tra natura e terme. Escursione a Lama Bianca con guida e insegnante di yoga. Al rientro, seduta di cure inalatorie. Eremi e Abbazie aperti – ore 10.45 Visita Guidata all’Eremo di Santo Spirito a Majella. Eremi e Abbazie aperti – ore 15.00 Visita guidata all’Abbazia di San Liberatore a Majella. Il Premio Benessere – Awarding Excellence in Wellness Creation and Promotion – ore 17.30 Piazza Conti, Economia circolare e comunità rurali. Conoscere il passato per guardare al futuro. Incontro con Luca Mercalli. Premio Benessere – Comunicazione scientifica 2018. Con Mario Mazzocca, Sottosegretario d’Abruzzo. Lunedì 4 Giugno – ore 8 Il percorso dell’ACQUA tra natura e benessere. Escursione nella Valle dell’Orfento. Al rientro bagno in acqua termale presso il Centro benessere La Réserve. Giovedì 7 Giugno – ore 17.30. Sala del Consiglio Comunale, presentazione del libro “Come una macchina volante” di Mimmo Locasciulli. Premio Musica e Benessere 2018. Con Mario Mazzocca, Sottosegretario d’Abruzzo. Ore 21.30. Piazza Conti. Mimmo Locasciulli, quartetto in concerto. Venerdì 8 Giugno – ore 8 Escursione all’Eremo di San Giovanni all’Orfento da Decontra. Ore 17.30. Sala del Consiglio Comunale. Presentazione del libro “Appennino, atto d’amore” di Paolo Piacentini. Premio speciale Benessere per le Comunità dell’Appennino. Ore 21.30. Piazza Conti. Proiezione del film “Ritorno sui Monti Naviganti” e incontro con il regista Alessandro Scillitani. Premio speciale Benessere per le Comunità dell’Appennino. Sabato 9 Giugno – ore 9.30. Centro Visite – Sede Scientifica del Parco Nazionale della Majella. Partenza della Passeggiata Filosofica, a cura di Giovanni Bongo. Ore 10.45 Visita Guidata all’Eremo di Santo Spirito a Majella. Ore 15 – Visita guidata all’Abbazia di San Liberatore a Majella. Ore 21.30. Piazza Conti – Incontro con proiezione del film “Rinascere nella Terra”. Raul Alvarez, Premio Benessere – Terra e Cibo, 2018. Domenica 10 Giugno – ore 8 Il percorso del RESPIRO tra natura e benessere. Escursione a Lama Bianca. Al rientro, seduta di cure inalatorie. Ore 10.30 Corso Bernardi e Viale Fontegrande. Rassegna della biodiversità agricola. Ore 10.45 Visita Guidata all’Eremo di Santo Spirito a Majella. Ore 15 Visita guidata all’Abbazia di San Liberatore a Majella. Ore 17.30. Inaugurazione del Giardino Filosofico Comunitario, Pineta del Castello.

Il 2 giugno “Incontriamoci in Giardino 2018” al Parco dei Ligustri 

Il 2 giugno il CEA di interesse regionale e giardino paesaggistico Parco dei Ligustri a Loreto Aprutino (PE) partecipa all’evento nazionale “Incontriamoci in Giardino 2018” promosso e organizzato dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Sono 130 i giardini in tutta Italia che sono stati selezionati e che si potranno visitare durante la Festa della Repubblica. L’evento  ha l’obiettivo di invitare il grande pubblico a scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani. Al Parco dei Ligustri si svolgerà la manifestazione “Conosciamo l’Arte dei Giardini” con attività didattiche e visite guidate per bambini e famiglie dedicate alla conoscenza del giardinaggio di qualità. L’Arte dei Giardini, straordinaria combinazione di arte, architettura e botanica, per secoli ha creato capolavori immortali. Oggi questa attività è minacciata dalla proliferazione di addetti ai lavori non competenti e incapaci di comprendere il valore dei giardini. E’ necessario quindi riscoprirla e valorizzarla nel miglior modo possibile, ridando valore a professionisti del settore come storici dell’arte, architetti, paesaggisti, giardinieri d’arte, botanici e restauratori. “L’arte del giardino“, come spiega il curatore del Parco dei Ligustri, Alberto Colazilli, “è sempre stata scritta attraverso disegni, quadri, emozioni, sogni, bellezza, ricerca della veduta accattivante e delle giuste tonalità di colore per far si che il paesaggio o il giardino si trasformino in quadri animati.  L’arte dei giardini è una filosofia, uno stile di vita, è ricerca scientifica e artistica, è studio costante delle piante, del paesaggio e del territorio. E’ il mezzo per riqualificare aree degradate e riportarle allo splendore. Ma soprattutto  è un lavoro molto serio, una specializzazione a cui si arriva dopo anni e anni di studio e di pratica. “Il Parco dei Ligustri è il risultato dell’arte dei giardini applicata nel restauro e riqualificazione di un territorio degradato. “L’arte del giardino si apprende prevalentemente sul campo, sporcandosi le mani“, continua Colazilli, “I libri di botanica e di giardinaggio, i manuali di arboricoltura, la corretta potatura degli alberi e delle siepi si studiano in giardino a contatto diretto con il grande mondo delle piante. In questo giardino botanico vogliamo educare all’importanza dei parchi e giardini come protagonisti fondamentali nella rinascita turistica del nostro territorio”. Le attività didattiche e le visite guidate si svolgeranno dalle 15:00 alle 19:30 e prevederanno dimostrazioni pratiche di arte del giardino con spiegazioni e lezioni sulla cura delle siepi e sulla valorizzazione delle piante.

La Notte Romantica dei Borghi Più Belli d’Italia a Navelli

Il Comune di Navelli e la Pro Loco di Navelli quest’anno hanno  aderito alla manifestazione Nazionale del circuito dei Borghi più Belli d’Italia, la Notte Romantica. Per onorare questa manifestazione abbiamo creato un percorso gastronomico nel nostro borgo, per scoprire i sapori e i profumi dei piatti tipici di altri paesi, che ospitano sagre rinomate e conosciute in tutta Italia e che cucineranno per le vie di Navelli durante la serata.  Saranno messe a disposizione guide per visitare il borgo in notturna (19.00 22.00), e tutta la manifestazione sarà accompagnata dalla musica Folk Popolare dei Briganti della Majella, birra artigianale e vino di cantine locali. Chiusura a mezzanotte con fuochi d’artificio. Per informazioni: Pro Loco di Navelli, Tel. 0862 959158. Sara 3347283509 Giuseppe 3294243237 prolocodinavelli@gmail.com – www.facebook.com/pages/Associazione-Pro-Loco-di-Navelli

Verso l’IndieRocket 2018  
Dopo l’appuntamento di PreVisioni – rassegna dedicata a laboratori e seminari alla scoperta di giradischi, sintetizzatori, hardware per fare musica, con un focus speciale sulle eccellenze italiane del settore – ecco una nuova serata per anticipare la quindicesima edizione di IndieRocket, il festival dedicato alla musica indipendente internazionale in programma dal 29 giugno all’1 luglio al Parco Di Cocco. L’IndieRocket Festival 2018 si avvicina e di prima di spostarsi nella Caserma Di Cocco, si fa dunque tappa in via delle Caserme, tra i locali Scumm e MamiWata, per un appuntamento unico e  singolare. A partire dalle 22. Dall’Argentina arriva Rolando Bruno y su Orquesta Midi con un live in strada. E prima e dopo lo show, si balla a ritmo di cumbia. Rolando Bruno avvia il suo progetto nel 2005 con un alleato infallibile: il computer. Appassionato di musica peruviana degli anni ’60 si avvicina al mondo della cumbia psichedelica fra effetti di chitarre e organo. Inizia così a realizzare le tracce Midi con i grandi successi della cumbia peruviana e inizia a suonare come one man band. I suoi show sono un misto di “danze amazzoniche e viaggi musicali verso Machu Pichu e la giungla, per ballare come una fiamma e muovere l’anca come l’anaconda” come si legge nelle note di presentazione dello spettacolo. Ha suonato nelle notti di Buenos Aires, Cile, Brasile e Spagna, dove vive dal 2013, a Valencia.